Rivolta del latte, Conte ai pastori: "La vertenza è nazionale, vi aspetto a Roma"

Ma il Movimento fa sapere che i blocchi stradali andranno avanti. Coldiretti: "Sono gli industriali a dover fare un passo indietro"

leggi anche:

CAGLIARI.
Il premier Giuseppe Conte convoca i pastori al tavolo nazionale. «Giovedì 21 li voglio tutti a Roma. Alle 11, per la prima volta, apriremo il tavolo nazionale sul vostro latte, e vedrete che faremo passi avanti immediati». Ma nel frattempo - è l'appello del ministro dell'Agricoltura Gian Marco Centinaio - «bloccate i presidi e il clima cambierà» e ancora: «Dopo il 21, se quello che vi dirò non vi avrà soddisfatto, allora sì che dovrete ritornare a protestare».

Ma i blocchi stradali andranno avanti, ha fatto sapere il Movimento pastori di Felice Floris. «È vero, il Governo ci ha ascoltato ma aspettiamo fatti. La lotta continua». Anche Coldiretti, non sa se si presenterà a Roma: «C'è chi non ha capito che la Sardegna sta esplodendo. Sono gli industriali a dover far un passo indietro, non noi», risponde Battista Cualbu, il presidente

Il servizio completo sul giornale in edicola e nella versione digitale

leggi anche:

leggi anche:

leggi anche:

 

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller