Rwm, mercoledì si pronuncia il Tar sull’ampliamento

SASSARI. La prima sezione del Tar Sardegna ha fissato per mercoledì la Camera di consiglio per decidere sull’istanza cautelare presentata dalle associazioni che hanno fatto ricorso contro la...

SASSARI. La prima sezione del Tar Sardegna ha fissato per mercoledì la Camera di consiglio per decidere sull’istanza cautelare presentata dalle associazioni che hanno fatto ricorso contro la delibera del Comune di Iglesias che autorizza la nuova linea di produzione di bombe per lo stabilimento della Rwm, la fabbrica di bombe di Domusnovas. L’autorizzazione per due nuovi reparti consentirà di triplicare la produzione bellica dello stabilimento. Le associazioni e i comitati che hanno sottoscritto il ricorso e quelle che lo sostengono hanno organizzato un sit-in, dalle 9 di mercoledí, di fronte alla sede del Tar, in piazza del Carmine a Cagliari. Nel corso del sit-in verranno comunicati gli sviluppi del ricorso e le ultime novità. Queste, in breve, le motivazioni del ricorso: «Non è stata fatta alcuna Valutazione d’impatto ambientale (Via), obbligatoria per le industrie chimiche che producono esplosivi per uso bellico, e necessaria data la grande vicinanza di una zona naturalistica protetta, il Sic “ Marganai –Monte Linas”. Il piano di ampliamento è stato frazionato in tanti interventi minori per semplificare in maniera, a nostro avviso illegittima, le procedure ed eludere la Via – spiegano i comitati anti Rwm –. É stata impedita la conoscenza degli atti e la partecipazione alle decisioni della popolazione, l’area designata per l’intervento è priva di destinazione urbanistica, e pertanto non
ha una destinazione industriale. Non è possibile quindi autorizzarvi la costruzione di impianti industriali. La produzione di ordigni esplosivi di elevata potenza è un’attività ad alto rischio di incidente, ciononostante non è stato adeguato il piano di emergenza previsto dalla legge».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community