Scuola, dal governo fondi a 33 Comuni

Le risorse sono destinate ad arginare il fenomeno della dispersione scolastica

SASSARI. Cinquanta milioni di euro disponibili per le scuole di 292 aree del territorio nazionale per la lotta alla povertà educativa minorile e alla dispersione scolastica. Tra questi anche 33 comuni sardi. Le aree sono state individuate con un decreto interministeriale firmato dai ministri dell'Istruzione, dell'università e della ricerca Marco Bussetti, dell'Interno Matteo Salvini e della Giustizia Alfonso Bonafede. I fondi del Pon Scuola 2014-2020 serviranno per finanziare progetti didattici nelle scuole per contrastare la dispersione scolastica anche coinvolgendo enti, associazioni, strutture di promozione sociale e federazioni sportive. In Sardegna sono stati selezionati 33 comuni che potranno beneficiare del contributo: Cagliari, Nuoro, Oristano, Sassari, Olbia, Carbonia. E poi Aggius, Monti, Osilo, Ozieri, Palau, Perfugas, Porto Torres, Santa Teresa, Sorso e Tempio. E ancora Decimomannu, Dolianova, Guspini, Mandas, Monserrato, Quartu, Santadi, San Sperate, Sinnai e Uta in provincia di Cagliari, Gavoi, Jerzu, Macomer, Orgosolo e Torpè in provincia di Nuoro, San Vero Milis e Terralba in provincia di Oristano; «Combattere la dispersione scolastica significa investire nei giovani e quindi nel nostro futuro – osserva il ministro dell'Interno Matteo Salvini – Non è più tollerabile
esporre migliaia di ragazzi al rischio di essere arruolati dalla criminalità per mancanza di alternative e di cultura. Da ministro dell'Interno ho il dovere di reprime l'illegalità, ma sono orgoglioso di contribuire a questo progetto che investe in una sana e reale prevenzione».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community