la polemica 

Sanità, Cappellacci (Fi) all’attacco

L’accusa: dopo le elezioni nomine e aumenti dei compensi Areus 

CAGLIARI. «Appena avverrà la proclamazione del presidente e del Consiglio regionale chiederemo di mettere tutti questi atti sotto una lente di ingrandimento per verificare tutti i profili di legittimità e contabili»: Ugo Cappellacci attacca «i manager della sanità sarda nominati dal centro-sinistra, i quali – afferma il deputato e coordinatore regionale di Forza Italia – subito dopo le elezioni regionali hanno sfornato una raffica di nomine che non sembra avere fine. Ora addirittura arrivano ad aumentare in maniera discutibile i compensi dell’Areus». Secondo l’ex governatore «la direzione dell’Areus (l’Azienda regionale emergenza urgenza, ndr) ha deciso l’incremento dei compensi per una serie di figure individuate: una misura ingiustificata, per usare un eufemismo, visto che si tratta di soggetti transitati nell’azienda per via del meccanismo della mobilità, del comando e della incorporazione dei servizi. Si tratta peraltro di un'azienda che ancora non ha atto aziendale ma soprattutto non ha mai ricevuto dalla Giunta regionale le linee di indirizzo per poterlo espletare. Mentre il presidente uscente e i reduci del centro-sinistra continuano a inneggiare alla Asl unica e a fantomatici risparmi, questa è la realtà quotidiana e fino all’ultimo giorno della scalcinata esperienza politica
del centro-sinistra si spaccia per risparmio e rigore la vecchia politica della distribuzione di incarichi e prebende. Un motivo in più – ha concluso Cappellacci – per intervenire subito, con la massima urgenza e “riformare la riforma”, che ha distrutto la sanità sarda».



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community