La giunta regionale parla in rosa: in pole quattro assessore

Solinas ha chiesto ai primi partiti della coalizione di indicare una donna. In vantaggio Zedda, Fi, Mameli, Riformatori, Puligheddu, Psd’Az, Argiolas, Lega

CAGLIARI. Le quattro assessore della prima giunta Solinas saranno proposte dai primi quattro partiti della coalizione di centrodestra. Quindi, una a testa da Lega, Psd’Az, Forza Italia e Riformatori, che in questo ordine hanno tagliato il traguardo delle elezioni regionali. È la legge nazionale sulla parità di genere a imporre che le donne siano almeno quattro su dodici, è questo il numero minino, per non incorrere negli strali della magistratura. Nel 2014 Ugo Cappellacci fu costretto ad azzerare la sua prima Giunta proprio per non aver rispettato quell’equilibrio e nessuno vorrà correre lo stesso rischio.

La richiesta. Sarebbe stato proprio il neo governatore a fare arrivare questo messaggio ai quattro partiti: «Dovrete essere voi a proporre le assessore». Però non sarà solo un problema di nomi: gran parte delle designazioni, sia al femminile che al maschile, dipenderanno soprattutto dalle deleghe su cui punteranno il Carroccio, i sardisti, gli azzurri di Berlusconi e la direzione regionale dei Riformatori al momento della spartizione. Nessuno comunque potrà neanche sottovalutare il primo dei criteri, quello delle competenze, e subito dopo l’esperienza.

Lega. Il partito di Salvini, si sa, vuole la sanità, ma per quell’assessorato i papabili dovrebbero essere solo uomini. Da Francesco Badessi a Carlo Doria, che però in queste ore è stato avvicinato più a Sardegna 20.Venti che al Carroccio, oppure il deputato Guido De Martini. L’assessora dovrebbe essere invece Maria Assunta Argiolas, non eletta nel collegio di Sassari, e che avrebbe la delega per il lavoro o gli affari generali. In gioco potrebbe rientrare anche la neoeletta Annalisa Mele, oristanese, ma dovrebbe dimettersi dal Consiglio regionale e al momento è improbabile. In queste ore, sempre per il Carroccio, ci sarebbe questa novità: un contatto col professore universitario Roberto Devoto, cagliaritano. Fa parte della commissione per la continuità territoriale aerea ed è stato sempre molto critico nei confronti dell’attuale Ct1.

Maria Assunta Argiolas, Lega
Maria Assunta Argiolas, Lega


Psd’Az. Solange Pes, ex candidata sindaco ad Elmas, dovrebbe essere la proposta dei sardisti per l’assessorato al lavoro. Mentre se la loro scelta dovesse cadere sulla pubblica istruzione-cultura la designata sarebbe Carla Puligheddu, che non è stata eletta nel collegio di Sassari. Anche se quella delega oggi è saldamente nelle mani del presidente del partito Antonio Moro. Comunque Carla Puligheddu potrebbe far parte della Giunta in un secondo momento, cioè quando – come annunciato da Solinas – ci sarà anche l’assessorato per le pari opportunità. Sono invece in discesa le probabilità che il neoeletto Gianni Chessa sia il futuro assessore regionale ai lavori pubblici. A meno che il nuovo Consiglio non approvi subito la leggina Maroni. È quella che congela il seggio del consigliere promosso assessore, permettendo l’ingresso a tempo del primo dei non eletti. C’è dell’altro: i sardisti sarebbero sempre più convinti di puntare sull’agricoltura, con il sindaco di Ollolai Efisio Arbau.

Carla Puligheddu, Psd'Az
Carla Puligheddu, Psd'Az


Forza Italia. La rieletta Alessandra Zedda è in testa alla rosa delle possibili assessore per il partito di Berlusconi. Per lei potrebbe esserci la delega all’industria, ma anche il bilancio. Oppure potrebbe uscire del tutto dalla partita se dovesse candidarsi come sindaco a Cagliari. In alternativa, Forza Italia avrebbe in mente di ripescare Daniela Noli, candidata alle Politiche-bis cagliaritane e sconfitta dal pd Andrea Frailis. Oppure potrebbe esserci qualche ingresso a sorpresa. Ma molto dipenderà da come Forza Italia difenderà il posto che vuole, l’urbanistica, assegnato a Giuseppe Fasolino, dal possibile assalto della Lega e di contro non dovesse invece strappare il bilancio a Paolo Truzzu (Fdi).

Alessandra Zedda, Forza Italia
Alessandra Zedda, Forza Italia


Riformatori. Se avranno gli affari generali, il nome più probabile è Gabriella Mameli, attuale vicesindaco di Selargius e a febbraio non eletta nel collegio di Cagliari. Nel caso in cui ai Riformatori dovesse spettare invece l’assessorato al turismo dovrebbe esserci una possibilità per l’imprenditrice di Nuoro Delia Cualbu, che non è stata eletta. Per quanto riguarda gli uomini. la scelta dei Riformatori è ormai ristretta fra Pietrino Fois, Luigi Crisponi e Roberto Frongia.
 

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli