Domani il 1° volume Ecco “La grande cucina di Sardegna”

Diciotto uscite, ogni venerdì, con un piatto firmato Tognana Gli chef Senes e Mei: «Ricette e tavola senza più segreti»

Attesa e curiosità nel mondo del food per l'uscita della collana “La grande cucina di Sardegna” che La Nuova manderà in edicola a partire da domani e che proseguirà ogni venerdi per diciotto settimane consecutive. Si tratta di diciotto volumi dedicati al mangiar bene, che i nostri lettori potranno trovare in edicola a 7,60 euro più il prezzo del quotidiano. Per quella cifra, ogni venerdì, i lettori potranno avere il volume più un bellissimo piatto di porcellana firmato da Tognana (la serie completa prevede sei piatti fondi, sei piani e sei piatti da dessert).

Questo vuol dire che chi aderirà alla iniziativa, oltre ad arricchire il menu familiare con le raffinate ricette descritte nei diciotto volumi, potrà rinnovare la mise en place delle proprie tavole con le esclusive porcellane della Tognana.

«Io ho già pensato a come utilizzare i piatti della Nuova - dice Vito Senes del ristorante Da Vito di Sennori - Nel piatto fondo metto il filindeu con la zuppa di granseola di Castelsardo, quella diventata famosa con la trasmissione “La Prova del Cuoco” su Raiuno, nel piatto piano voglio mettere la pizza gourmet di Sandro Cubeddu con i salumi di Michelangelo Salis e nel piatto da dessert offrirò la mousse di torrone di Graziano Pranteddu. I piatti di Tognana li trovo eleganti e raffinati nella loro linea essenziale, uno stimolo per quanti vogliano preparare ricette di qualità».

Chiunque potrà cimentarsi ai fornelli seguendo le ricette contenute nei diversi volumi. Alcune proposte saranno assolutamente nuove, altre saranno, invece, la creativa interpretazione dei classici della nostra cucina.

Preziosi, a questo proposito, i suggerimenti e le ricette di Sergio Mei, il grande chef di Santadi, celebrato maestro nei templi della gastronomia mondiale.

«Non impressioniamoci - dice Mei - Alcune ricette, quelle che pensiamo di saper fare, le troviamo facili. Quelle difficili, invece, sono quelle che non sappiamo ancora eseguire. Ma con la pratica e la passione non si potrà sbagliare».

«Trovo molto interessante l'articolazione dell'opera - dice Vito Senes - Ho avuto la possibilità di sfogliare i volumi in anteprima e posso assicurare di aver provato un autentico interesse a riscoprire piatti che talvolta corriamo il rischio di dimenticare. Spesso, infatti, perchè siamo stanchi e non abbiamo tempo proponiamo i soliti menù. Ma dagli antipasti al dessert, invece, è bello cimentarsi
in nuove ricette. Anzi, credo che in questo gioco di riscoperta dei piatti, potremo coinvolgere anche i nostri familiari».

Una cosa è certa: delle ricette nuove servite in eleganti piatti di porcellana Tognana, porteranno una bella e coinvolgente aria di festa a tavola.



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community