Incompiute in Sardegna, lo scandalo dei 100 cantieri abbandonati

In Sardegna troppi ritardi. Sulla 131 sit-in simbolico a Villagreca: lavori fermi dal 2009. L’Ance: «Comparto edile, il codice appalti è da rifare. Dei 3,4 miliardi Ue speso solo il 6 per cento»

SASSARI. Cantieri all'aria, progetti che ammuffiscono, ditte che falliscono, lavoratori a casa. Qualche numero, per capire la gravità della situazione: 30mila addetti diretti a spasso, altri tre posti di lavoro nell'indotto persi per ogni impresa che chiude. Ieri mattina nuovo sit in, questa volta in un cantiere stradale lungo la 131 aperto nel 2002, chiuso e mai riavviato. Una incompiuta simbolo che fa parte di un nutrito elenco: circa 100 le opere pubbliche di rilevanza regionale che non vedono la luce. «Un disastro - dice Pierpaolo Tilocca, presidente regionale dell'Ance, l'associazione nazionale costruttori -. Il comparto edile in Sardegna è bloccato, vittima di un cortocircuito per cui le opere si fermano prima della fase di accantieramento.

Colpa di un codice degli appalti profondamente sbagliato, totalmente da riformare».

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller