Centrodestra in fermento per la scelta dei sindaci

La Lega vuole Alghero, Forza Italia Cagliari, il Psd’Az punta su Sassari Tiene banco anche il toto assessori, ma il tavolo viene ancora rinviato

CAGLIARI. La giunta Solinas prima di tutto, ma anche le elezioni amministrative del 26 maggio sono diventate una priorità per il centrodestra. E in parte potrebbero esserlo anche quelle per il rinnovo dei Consigli provinciali, all’inizio o a fine aprile, visto che la coalizione avrebbe intenzione di presentarsi compatta a quell’appuntamento elettorale. In questi giorni, il centrodestra si sta occupando di tutti e tre i casi, anche se il governo della Regione resta sempre quello più importante. «I sardi hanno bisogno di avere subito una Giunta», ha confermato il coordinatore della Lega Eugenio Zoffili. «I problemi su tappeto sono tanti e vanno risolti in fretta», ha ribadito Ugo Cappellacci, coordinatore di Forza Italia. Anche gli altri partiti della coalizione hanno fretta di chiudere, ma la griglia finale della Giunta non c’è ancora.

Regione. Lunedì mattina era prevista una riunione di maggioranza, nella sede regionale del Psd’Az, ma potrebbe essere rinviata di qualche giorno. Senza avere ancora in mano i risultati elettorali definitivi, i partiti non vogliono sbilanciarsi troppo sulle dodici deleghe. Anche se, in queste ore, nella chat della coalizione (i contatti finora sono avvenuti così) sarebbe circolato un modello condiviso sulla ripartizione degli assessorati. Che poi è quello conosciuto da settimane: due posti a testa a Lega, Psd’Az, Forza Italia e Riformatori, uno ciascuno per Fdi, Udc, Sardegna 20.Venti e Sardegna civica-Fortza Paris. Ora restano da decidere quali sono le caselle che spetteranno a ciascun partito – gli assessorati sono divisi in fasce – e soprattutto i nomi degli assessori. Proprio questi due casi, non facili, saranno all’ordine del giorno del Tavolo regionale di lunedì o comunque entro la prossima settimana.

Comuni. Il centrodestra è in fibrillazione anche per le Amministrative di maggio, che non va dimenticato saranno lo stesso giorno delle Europee. Anche questo è un altro appuntamento elettorale importante, o meglio decisivo per i futuri rapporti nazionali fra Lega e Forza Italia. Comunque, l’attenzione della coalizione è incentrata sui cinque Comuni più grandi che saranno chiamati al voto: Cagliari, Sassari, Alghero, Monserrato e Sinnai. Il coordinatore regionale del Carroccio ha dato mandato al vice Dario Giagoni e al capolista alle Regionali, Michele Pais, di preparare le liste per Alghero e Sassari. La Lega sarebbe molto interessata a scegliere il candidato-sindaco ad Alghero, comune dove alle Regionali s’è classificata al primo posto con quasi 3.500 voti. «È ancora presto per dire quello che vorremmo – conferma Zoffili – Di sicuro abbiamo cominciato un percorso e le prossime tappe saranno un incontro col nostro primo alleato, il Psd’Az, e poi con gli altri partiti della coalizione». I sardisti, dal canto loro, avrebbero messo in testa alla lista delle preferenze il comune di Sassari. Forti del secondo posto ottenuto a febbraio, con oltre 3.600 voti, vorrebbero puntare proprio sul quel Municipio. Certo, hanno conquistato la metà dei voti della Lega, arrivata oltre quota 7mila, ma non potrà essere sempre il Carroccio a prendersi tutto. Per Cagliari, invece, ci sarebbe l’opzione di Forza Italia. Avrebbe in mente una batteria di forti aspiranti primi cittadini, ma nell’indicare il candidato sindaco potrebbe essere insidiata da un fronte unico formato dai centristi e da Fratelli d’Italia. Anche se i Riformatori sarebbero più propensi a giocarsi gran parte delle kiri carte a Monserrato, che da sempre, nel Cagliaritano, è uno dei Comuni dove hanno uno degli elettorati più fedeli. In ogni caso, delle Amministrative il Tavolo del centrodestra comincerà a parlare subito dopo che sarà nominata la Giunta regionale.

Province. Il 6 aprile, o alla fine dello stesso mese, ci saranno in palio anche i Consigli provinciali di Sassari, Nuoro, Oristano e Sud Sardegna. C’è questa proposta:
il centrodestra vorrebbe presentare una lista unitaria. Però, visto che saranno elezioni riservate a sindaci e consiglieri comunali, a decidere in questo caso saranno più che altro i notabili dei vari territori, molto meno le segreterie di partito.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community