L'annuncio di Salvini: «La Sardegna non sarà mai una discarica nucleare»

Il ministro dell'Interno: "La Sardegna merita lavoro e grandi opere, non rifiuti". Ma intanto il governo deve individuare un'area per il deposito delle scorie

SASSARI. Era stato il sottosegretario allo Sviluppo economico, il grillino Davide Crippa, ad additarlo. «Temiamo che Salvini voglia proporre una corsia preferenziale per il deposito di scorie in Sardegna», aveva scritto su Facebook. Un post che non era passato inosservato, soprattutto lo aveva notato Mauro Pili, il leader di Unidos, da sempre in prima linea nella battaglia contro il nucleare in Sardegna. A quel punto i comitati anti-scorie si sono detti pronti a scendere di nuovo in piazza per ribadire la contrarietà della Sardegna a ospitare il sito.

La sortita social di Crippa ha dunque innescato una bomba politica nell'isola che Matteo Salvini ieri ha dovuto disinnescare. «La Sardegna non sarà mai una discarica del nucleare - ha dichiarato il ministro dell'Interno -. Abbiamo vinto le elezioni per portare lavoro, infrastrutture, servizi.

Desideriamo valorizzare una terra meravigliosa che merita attenzione e non rifiuti».

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community