Barcellona, tre ori per i birrifici artigianali sardi

Tredici medaglie nel Beer Challenge: trionfano BdiC di Cagliari, Trulla a Nuoro e Rubiu a Sant’Antioco

BARCELLONA. Tredici medaglie, delle quali tre d’oro: è l’ottimo risultato dei birrifici artigianali sardi nel Barcelona Beer Challenge, contest nato grazie all’organizzazione del Barcelona Beer Festival nel quale era inserito. Si tratta di un evento di riferimento nel sud dell'Europa e ha visto una presenza di 40.000 visitatori, con la partecipazione di oltre mille birre. La giuria coinvolta nella valutazione delle birre era rappresentata da giudici con certificazioni internazionali, che evidentemente hanno apprezzato le produzionin di un’isola che nel corso degli anni ha scoperto di essere vocata nel settore.

Il Birrificio di Cagliari, che nella speciale classifica finale vinta nella scorsa edizione si è piazzato questa volta al sesto posto, primo dei cinque birrifici sardi partecipanti per il secondo anno consecutivo e quarto tra gli italiani, si è aggiudicato ben quattro medaglie: l’oro per la Tuvixeddu nella categoria “British bitter”, l’argento per la Emily (“Wee heavy-English barley wine”), il bronzo per la Figu Morisca (“Fruit and spice beer”) e per la Biddanoa (“Pale malty european lager). L'ambrata Tuvixeddu è al suo terzo oro: «È una delle prime ricette del birrificio, è quindi per noi motivo di grande orgoglio ricevere per tre anni di fila il giudizio di miglior birra nella sua categoria» commenta il produttore Marco Secchi.

Al secondo posto tra le sarde, undicesimo assoluto, troviamo il Brewpub Trulla, di Nuoro, che si è aggiudicato tre medaglie: l’oro e l’argento nella categoria American pale ale rispettivamente con Lupina e Assarjada; e il bronzo nella “Strong bitter” con la United kingdom of Sardinia.

Il birrificio Rubiu, di Sant’Antioco, ha vinto l’oro nella categoria “Witbier” con la birra Triga; e il bronzo nella categoria Belgian Ipa con la sua Flavia Hoppy Ending. Due argenti sono il bottino conquistato dal Birrificio artigianale Horo, di Sedilo,nelle categorie “International lager” e “Weissbier” rispettivamente con Monaco e Weizer.

Per il Brew Bay Beer di Quartu è arrivato un argento nella “Black Ipa” con Darqside. A ricevere il premio sono stati i soci fondatori dell'azienda, i sommelier Francesco Loi e Michele Cinus, quest'ultimo anche biologo specializzato in neuroscienze. La DarqSide, che nel nome si ispira al gruppo rock Pink Floyd e alla saga cinematografica Star Wars, si conferma la regina e la più premiata tra le birre di Brew Bay, già vincitrice al Brussels Beer Challenge 2016 e Birra dell'Anno nel 2015. «Da sempre caratterizziamo
le nostre birre con sapori e sentori della Sardegna – ha spiegato Michele Cinus – come il miele di cisto e rovo delle montagne di Fonni o un altro tipo della zona del Parteolla, per far sì che anche dentro i nostri prodotti si possa assaporare un po’ della nostra isola». (a.palmas)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller