La Nuova@scuola: l'impero del lusso della Costa Smeralda entra in classe

La holding gestisce il paradiso delle vacanze in Gallura. Incontro con gli studenti dell’istituto tecnico di Macomer

MACOMER. Non tutti tra gli studenti conoscevano la Smeralda Holding con i suoi alberghi e servizi nel mondo del lusso, ma tutti sapevano dove si trova la Costa Smeralda, paradiso delle vacanze dorate a poco più di due ore di auto dalla loro scuola. Giovedì nell’Istituto tecnico di Macomer all’interno del progetto La Nuova @scuola è stato possibile accorciare le distanze tra questi due mondi solo apparentemente distanti. Così nell’ultimo incontro di questa stagione all’interno del progetto che ha portato il nostro giornale in classe, visto come uno strumento per leggere e decifrare in maniera più attenta la realtà.

Un focus non solo del territorio regionale, ma che di fatto ha creato allo stesso tempo un ponte con le imprese (sono oltre sessanta quelle che hanno aderito all’iniziativa) fornendo l’occasione per i ragazzi dell’istituto tecnico (classi del turismo, geometri, marketng e grafica) di conoscere e toccare con mano la storia, la mission e le prospettive di un vero colosso dell’industria delle vacanze. A guidarli in un mondo dove il blasone di strutture super lussuose sorte in angoli incantevoli del nord est dell’Isola quando l’Aga Khan iniziò i primi investimenti e di un progetto, che continua ancora oggi all’insegna dell’innovazione, sono stati Antonella Azara e una sua collega del team della comunicazione della società controllata dal Quatar Investment authority.

La professionista ha catturato l’attenzione dell’uditorio prima con un video accattivante, che proprio secondo i requisiti della comunicazione moderna ha davvero bene reso l’idea di come quegli spazi della Costa Smeralda siano diventati di grande appeal a livello internazionale. Niente nasce per caso ma i 4 hotel (Cala Di Volpe, Romazzino, Pitrizza e Cervo) del gruppo con i loro servizi (la Marina di Porto Cervo (uno dei più importanti porti nel Mediterraneo), un cantiere navale, il Pevero Golf Club, a cui si aggiungono altri asset minori come shop, uffici, appartamenti, bar, ristoranti e possiede 2.300 ettari di terreni sulla costa, fanno parte di un’offerta sempre più gradita dalla clientela.

Spazi che sono stati pensati e resi operativi seguendo i canoni del bello e dell’efficienza. Della professionalità e della cortesia, requisiti per niente marginali nel mondo dell’accoglienza. La Smeralda holding è un gigante in movimento capace di incrementare i ricavi che nell’ultimo anno hanno raggiunto i 103 milioni di euro grazie all'aumento di presenze e a una precisa strategia tesa ad allungare la stagione.

“Non bisogna mai fermarsi, ma cercare sempre di migliorare e innovarsi”, ha detto Antonella Azara, “così come sta facendo il nostro gruppo anche ora con una serie di investimenti importanti tutti destinati a migliorare ancora di più l’appeal delle strutture”. Poi la professionista della comunicazione ha ricordato agli studenti quanto sia importante insistere sulla formazione e specializzazione. Lo studio e la conoscenza di alcune materie è davvero capace di fare la differenza per entrare in un mercato del lavoro sempre più selettivo ed esigente con le carte giuste. Ovviamente una regola che non fa eccezione anche per poter entrare nello staff delle strutture della Smeralda holding. “Studiate bene le lingue, in particolare l’inglese, un requisito basilare per lavorare con competenza nel mondo del turismo di qualità”.

Essere poi in Costa smeralda non significa stare fuori dall’Isola. “Abbiamo 1200 dipendenti, il 90 per cento sono sardi, così come tantissimi dei nostri fornitori”, ha rimarcato Azara, “ci sentiamo a tutti gli effetti un’impresa del territorio e anche per questo oggi siamo qua a raccontarvi chi siamo e cosa facciamo. Con la speranza di potervi accogliere un giorno nelle nostre fila. Sono in tanti a contattarci attraverso i nostri uffici delle risorse umane che prendono in considerazione le diverse figure professionali che in una struttura così complessa e vasta possono essere utili”. I ragazzi e gli insegnanti apprezzano e si confrontano anche con una serie di domande. Le distanze sono a volte fatte per essere accorciate. E così Macomer e Porto Cervo non sono più così lontani.
 

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community