E il trionfo continua con le pariglie

Pienone all’ippodromo per le evoluzioni acrobatiche dei cavalieri

SASSARI. Se via Roma e piazza d’Italia sono da sempre il tradizionale palcoscenico dei costumi e delle maschere di ogni angolo dell’isola, è stato l’ippodromo Pinna ancora una volta a regalare la vera vetrina agli altri protagonisti della festa: i cavalli.

Migliaia di persone nel primissimo pomeriggio – con ancora negli occhi la bellezza degli abiti sardi – hanno preso d’assalto l’impianto di via Rockefeller, subito dopo la fine della sfilata nel cuore della città. La pista, un serpentone verde curatissimo ormai pronto per accogliere l’imminente stagione del galoppo, ha ospitato le esibizioni mozzafiato dei più abili cavalieri dell’isola. Figure spericolate in sella ai cavalli lanciati al galoppo, con il pubblico che ha sottolineato con autentiche ovazioni i passaggi degli otto gruppi.

La qualità dei cavalli che sfilano al mattino per le vie del centro e nel pomeriggio galoppano all’ippodromo – a detta degli esperti – è cresciuta in maniera incredibile negli ultimi anni e lo spettacolo ne ha guadagnato. Ieri pomeriggio i protagonisti delle pariglie sono stati i gruppi Logudoresa, Norbello, Ollolai, Oristano, Santa Giusta, Siamanna, Sili e Terralba. Come da tradizione i gruppi hanno fatto quattro passaggi a testa sulla pista dell’ippodromo Pinna e alla fine un passaggio riunito
per l’applauso finale. I cavalieri e le cavallerizze hanno eseguito diverse figure della tradizione sarda come “su fuste”, “s’arvure” (la doppia piramide), il “ponte volante” o “tre su tre”. Tutti hanno strappato applausi e ovazioni e individuare il gruppo migliore è davvero impossibile.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community