Confidi, Garanzia etica è in salute

L’assemblea dei soci approva il bilancio. Conferma della leadership in Sardegna

ELMAS. L’assemblea dei soci di Garanzia etica ha approvato all’unanimità il bilancio dell’esercizio 2018 «nel segno della continuità – dicono vertici del Cda presieduto da Enrico Gaia – a conferma della leadership in Sardegna tra i consorzi fidi, oltre che del la solidità e l’efficienza raggiunti nel corso del tempo». Dal bilancio emerge che cresce l’ammontare degli affidamenti erogati nell’anno, superiori nel 2018 a 130 milioni di euro, e il volume complessivo di garanzie in essere si conferma in circa 200 milioni di euro. Continua anche il trend di crescita della compagine sociale formata al 31 dicembre scorso da oltre 4.300 imprese socie (+4,4%). I positivi indicatori patrimoniali consentiranno di continuare a crescere in tutto il territorio regionale e di proseguire nel graduale e prudente sviluppo extra-regionale.

Tra i risultati più importanti, l’ottenimento della classe 2 (di 6), ovvero rischio basso, da parte di Crif Ratings (autorevole osservatore del mondo dei Confidi e punto di riferimento per le banche nella valutazione degli stessi. A fine 2018 Garanzia Etica ha anche ottenuto il Rating di Legalità con il punteggio di tre stelle, risultato ottenuto da due sole aziende in Sardegna, tra le poche in Italia ad ottenere
il massimo punteggio attribuito dall’antitrust. Quindi il riconoscimento come Confidi autorizzato da parte del Fondo centrale di garanzia: a Garanzia etica è stato attribuito il punteggio massimo, con ulteriori vantaggi e benefici per le imprese nell’accesso al mercato del credito.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SCRIVERE: NARRATIVA, POESIA, SAGGI

Come trasformare un libro in un capolavoro