Cgil, Cisl e Uil 

Sulcis-Iglesiente e crisi industriale venerdì riunione a Portovesme

PORTOVESME. La vertenza Sulcis-Iglesiente necessita di un momento di riflessione unitario per le difficili condizioni del territorio, in preda alla crisi, alla disoccupazione e alla povertà. Per...

PORTOVESME. La vertenza Sulcis-Iglesiente necessita di un momento di riflessione unitario per le difficili condizioni del territorio, in preda alla crisi, alla disoccupazione e alla povertà. Per questo motivo i sindacati confederali hanno convocato l’attivo unitario dei quadri e dei delegati del settore industria e servizi di Cgil, Cisl e Uil: nella riunione che si terrà venerdì 31 maggio alle ore 9,30 al consorzio industriale di Portovesme, il sindacato deciderà sull’avvio di tutte le iniziative del caso. Ai lavori parteciperanno i segretari generali Michele Carrus, Gavino Carta e Francesca Ticca. In una nota si spiega che disoccupazione, povertà ed emigrazione dei giovani sono diventati elementi strutturali di una crisi che colpisce da molti anni l’area, determinata in larga parte da una grave crisi industriale. Si parlerà in particolar modo della transizione dal carbone, dato
che l’assenza di decisioni da parte del Mise in merito mette a rischio i progetti sul rilancio delle filiere produttive, molto energivore, che necessitano di infrastrutture energetiche in grado di garantire sicurezza, certezza di approvvigionamento e costi comparabilmente competitivi.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community