Mercato immobiliare in Sardegna, compravendite boom e i prezzi sono in calo

Nel 2018 le transazioni sono aumentate dell’8 per cento, al top Sassari e Oristano. Quotazioni stabili al Nord, a Cagliari il valore medio più basso al metro quadrato

SASSARI. I numeri sono positivi e in continua crescita: il 2018 è stato un anno super per il mercato immobiliare isolano, con le compravendite cresciute mediamente dell’8% ma ci sono zone, vedi Sassari e Oristano, nelle quali l’aumento viaggia in doppia cifra. È un report molto dettagliato quello curato dall’Osservatorio del Mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate che analizza l’andamento del mercato immobiliare delle abitazioni nelle regioni, con approfondimenti e focus per ogni provincia.

I numeri. Nel 2018 le compravendite di abitazioni in Sardegna sono state 13.504, in aumento dell’8,2% rispetto all’anno precedente. La crescita maggiore è stata registrata nelle province di Oristano e Sassari (+10%), mentre quest’ultima provincia, insieme a quella di Cagliari vede il maggior numero di transazioni in valori assoluti. Sul fronte quotazioni il capoluogo di regione evidenzia un calo del 2,3% rispetto al 2017, con un valore medio pari a 1.890 euro per metro quadro.

Nelle province. A livello provinciale, nel 2018, sono stati registrati 6.122 scambi a Cagliari (+6,7% sul 2017) e 4.991 a Sassari (+10,3). Le due province insieme rappresentano oltre l’80% dell’intero volume regionale. Seguono le province di Nuoro (1.508 scambi, +6,4) e Oristano (882, +10%).

Le quotazioni. È un andamento variegato quello delle quotazioni, con differenze importanti tra i territori. Sostanzialmente stabile nelle province di Sassari e di Nuoro, le quotazioni sono in aumento a Oristano (+1,8, con una punta del +9,5% nella subregione del Guilcer), in rallentamento a Cagliari (-1,1% in provincia, -2,3% in città). In particolare, calano le quotazioni delle case nel quartiere di Castello (-6,3%), di Monte Mixi (-5,9) e di San Paolo-La Playa (-5,3). Il valore medio in provincia (1.356 euro a metro quadro) è più basso rispetto a quelle dei capoluoghi, che si attestano mediamente sui 1.600 euro al metro quadro.

Le dimensioni. Le case più grandi sono in provincia di Oristano: qui le dimensioni preferite superano infatti i 145 metri quadri. Una superficie ampia che fa lievitare quella media regionale sino a 114 metri quadri. Ma il maggior numero delle compravendite si registra per le abitazioni tra i 50 e gli 85 metri quadri.

I capoluoghi. Ancora una volta sul podio delle compravendite registrate nel 2018 c’è Oristano, con una crescita del 57,7% delle transazioni per immobili di dimensione più piccola, mentre per Nuoro c’è un significativo aumento del 32,6% delle transazioni per immobili più grandi. La superficie media delle abitazioni compravendute nei capoluoghi è di 108 metri quadri, leggermente inferiore alla media regionale.

Sassari e Gallura. Per quanto riguarda il numero delle transazioni, il 21,5% ha riguardato la sola città di Sassari, mentre a Olbia, seconda città per grandezza della provincia, il dato si attesta al 17,5% del totale. I 17 comuni costieri raccolgono il 64,6% delle transazioni divise tra quasi il 25% della costa occidentale e il 39,7% della costa orientale nella quale è Olbia a rappresentarne poco meno della metà così come altrettanto Alghero nella propria macroarea di appartenenza. Fra gli altri comuni Arzachena raggiunge quasi

il 5% mentre le altre località costiere non superano mediamente il 2-3% (con la sola eccezione di Trinità d’Agultu che raggiunge il 4%). L’insieme dei soli 3 comuni principali costieri di Olbia, Alghero e Arzachena raccoglie circa il 34% delle compravendite avvenute nel 2018. (si. sa.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community