Pd: «Giunta flop sugli aerei 1 milione di posti in meno»

Il primo tavolo dei dem è sulla continuità territoriale: presenti Pigliaru e Careddu Il segretario Cani: sanno fare solo danni, presto una nostra proposta sulla Ct1 

CAGLIARI. Il Pd ha ripreso in mano l’agenda politica. Non vuole essere solo un partito di opposizione, dopo essere uscito sconfitto dalle elezioni regionali. Sarà soprattutto di proposta alternativa a una Regione a trazione sardo-leghista. «Per noi è indispensabile farlo visto che questa maggioranza di centrodestra finora non ha prodotto nulla», o peggio ancore dove ha messo le mani «è stata capace solo di fare danni», sono state le parole del segretario regionale Emanuele Cani. Come primo punto su cui discutere, il Pd ha scelto la Continuità territoriale aerea, è uno degli argomenti del momento, proseguirà poi con la vertenza dei pastori per il prezzo del latte e infine ospedali e sistema sanitario. Dalla riunione d’esordio dei tavoli del lunedì, saranno tutti a tema, è uscito subito un giudizio molto severo sul governatore e la sua Giunta. «Sulla nuova Ct1 Solinas è stato fin troppo arrendevole nei confronti dell’Europa – è stata la sintesi del vicesegretario Franco Sabatini – Appena Bruxelles ha sollevato un problema, la Regione ha tirato i remi in barca e fatto un passo indietro. Non ha provato neanche a difendere il nuovo bando che invece avrebbe garantito alla Sardegna, in piena estate, oltre un milione di posti in più rispetto al vecchio modello». Alla riunione hanno partecipato tra gli altri l’ex governatore Francesco Pigliaru, che sarà presente anche ai prossimi incontri, in videoconferenza l’ex assessore ai trasporti Carlo Careddu e Italo Meloni, professore universitario e padre del bando poi bocciato dall’Europa. Sono stati proprio Careddu e Meloni a ribadire che «fino all’ultimo noi abbiamo trattato con i commissari di Bruxelles, per sostenere con forza quali erano i motivi per cui la Sardegna aveva diritto a una Continuità territoriale più performante rispetto al passato». Invece «appena il centrodestra ha cominciato a governare, s’è preoccupato solo di gettare via tutto, aprendo le porte a un modello confuso, con una Ct1 vecchio tipo a Cagliari e Alghero, e un’altra a Olbia dove regna ancora l’incertezza». Secondo il Pd anche gli annunci di Solinas su possibili nuovi bandi entro l’anno sono appesi al nulla. «Non si capisce quale sia il suo obiettivo – è stato detto nell’incontro
– e come si confronterà con l’Europa e il Governo Conte: lo farà ancora da subalterno?». Nei prossimi giorni, il Pd presenterà una proposta sulla Ct1 e lo farà dopo aver coinvolto consiglieri regionali, deputati ed europarlamentari, perché «questa Giunta è immobile su tutto».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SCRIVERE: NARRATIVA, POESIA, SAGGI

Come trasformare un libro in un capolavoro