Sardegna regina dei mari è il suo il più bello d’Italia

L’isola è la regione che figura al top nella guida di Legambiente e Touring Club Le località in vetta sono Baunei, Bosa, Santa Teresa, Posada e Domus de Maria

SASSARI. Quando si parla di mare l’isola gonfia il petto e mette in mostra uno dei suoi lati migliori. La conferma arriva dalla guida “Il mare più bello 2019” redatta da Legambiente e dal Touring Club Italiano che hanno assegnato all’isola le “cinque vale”, il premio più ambito, ad altrettanti comprensori turisti della Sardegna che devono assere sommati ai dieci che hanno guadagnato “solo” le quattro vele. Un successo che comprende tutte le aree costiere dell’isola, da Santa Teresa Gallura a Domus de Maria passando per Bosa e Posada.

Le vele. Sono i “punti” assegnati dalla giuria che ha esaminato i 7500 chilometri di costa dello Stivale. Il giudizio attribuito a ciascun comprensorio, dalle 5 vele assegnate ai migliori fino a 1 vela, è frutto di valutazioni approfondite. I parametri di selezione sono stati divisi in due macro categorie: qualità ambientale e qualità dei servizi ricettivi. Capita quindi di trovare zone naturalisticamente più significative tra i premiati con le 5 vele, ma magari con servizi turistici non eccellenti. Ma ci sono anche altri comprensori che possono contare su località con strutture ricettive impeccabili in aree dove mare e coste sono state più compromesse.

I comprensori sardi. La Sardegna è la regione più premiata con ben 5 comprensori a 5 vele. Nell’elenco delle zone premiate figurano località e lidi nei quattro angoli della Sardegna, dalle coste della Baronia di Posada, all’area, più a nord, che comprende la Gallura costiera. A est le cinque vele sventolano invece sul litorale di Baunei mentre a sud Legambiente e Touring Club hanno scelto Chia, la famosa spiaggia del comune di Domus De Maria. Cinque vele anche sulla costa nord occidentale, lungo il litorale della Planargia che ovviamente comprende il comune di Bosa che, dopo essere finita nelle lista dei 20 borghi più bell’Italia secondo la Cnn, entra anche nei quartieri altissimi della guida “Il mare più bello 2019. Un gradino più in basso, ma comunque sempre molto vicini all’eccellenza, ci sono i 10 comprensori turistici che hanno ottenuto quattro vele che, come spiega la legenda della guida non sono altro che “luoghi di grande eccellenza, in grado di coniugare un territorio di qualità con gestione dei servizi di buon livello”. Le Quattro vele sventolano sul litorale di Pula a sud dell’isola, nel Golfo degli Angeli (la spiaggia del Poetto), lungo la costa sud occidentale e le isole sulcitane, sulla Costa Verde, nel Golfo di Oristano, in quello dell’Asinara, nell’arcipelago della Maddalena, nel Golfo di Olbia - che comprende l’area marina protetta di Tavolara - e ancora nel Golfo di Orosei e, poco più a sud, lungo il litorale dell’Ogliastra.

Lidi senza plastica. È la novità del 2019 ed è in linea con le scelte effettuate da diverse amministrazioni comunali dell’isola. Considerate le condizioni del mare, allontanare la plastica dalle spiagge è diventata una necessità, quasi una gara di sopravvivenza. E quindi, anche Legambiente e il Touring Club hanno pensato di aggiungere un capitolo alla guida che indica i migliori lidi d’Italia. Quest’anno, infatti, è entrato un nuovo simbolo tra la pagine del glossario più amato dai bagnanti che verrà affiancato ai comuni “plastic free”, cioè quelli che hanno adottato misure per ridurre l’utilizzo della plastica monouso. Per il momento la pattuglia isola è composta da due sole località: Carloforte e Domus de Maria. Non si tratta di un elenco completo, ovviamente. L’esigenza di vietare la plastica è stata manifestata da diverse amministrazioni comunali dell’isola, anche in tempi recenti. E forse proprio il fatto che la faccenda sia in divenire ha permesso l’assegnazione di due soli “simboli”. D’altra parta, Carloforte è stata la prima
località “plastic free” seguita a stretto giro di posta dalle località del nord est Aglientu, Badesi, Trinità d’Agultu e Vignola, Arzachena, Olbia, Loiri Porto San Paolo, San Teodoro e Siniscola con una pattuglia altrettanto nutrita di Comuni pronta a colmare il gap entro poco tempo.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community