Rally, Alghero non ci sta: nessun trasloco in Gallura

La Riviera del Corallo non ha intenzione di rinunciare alla manifestazione. L’ex sindaco Bruno: è sempre stato trovato un accordo, il centrodestra si attivi

ALGHERO. Al momento ci sono due certezze: la prima che l’Aci nazionale ha appena firmato con la Fia un contratto per stabilire che nei prossimi tre anni il Rally mondiale si svolgerà in Sardegna. La seconda è che Alghero non ha alcuna intenzione a rinunciare a una manifestazione che ha una valenza economica straordinaria, oltre che sportiva. Per cui i giochi sono aperti, e la notizia che la competizione possa traslocare per trovare accoglienza a Olbia, ieri ha fatto scattare le prime reazioni. Non solo di carattere politico-istituzionale, ma anche degli operatori commerciali e turistici che hanno piena coscienza dell’impatto che il Rally mondiale ha determinato sulla Riviera del Corallo.

«Abbiamo difeso ogni anno il mondiale – ha commentato il sindaco uscente Mario Bruno – grazie agli ottimi rapporti con Aci e con il suo presidente Sticchi Damiani. Ma anche con la Regione e con il Governo nazionale. E il Rally non l’abbiamo mai perso. Anzi, l’abbiamo fortemente voluto, programmato, finanziato, difeso sempre, anno dopo anno».

Sulla possibile competizione con Olbia e la “sfida pesante” che si va profilando, Mario Bruno getta acqua sul fuoco: «Da sindaco sono andato a incontrare Nizzi a Olbia per trovare un accordo nel 2016. E il Rally è rimasto in città, è stata ripristinata invece una prova in Gallura. E nel 2017 - in occasione del 100° giro d’Italia di ciclismo abbiamo definito una bellissima grande partenza Alghero-Olbia. Ora mi attendo la stessa forte reazione e lo stesso risultato da parte del centrodestra che è stato chiamato a governare Alghero. Perchè il Rally mondiale non si tocca».

Giulio Pes, presidente provinciale dell’Aci ieri ha confermato che al momento non ci sono decisioni prese se non quella che il Rally resterà in Sardegna per i prossimi tre anni. «Noi siamo bravi a organizzarlo ad Alghero come a Olbia – ha detto – vediamo cosa emergerà dal confronto tra la Regione e l’Aci nazionale.
Credo che la decisione debba essere presa entro metà luglio».

E quello del Rally sarà uno dei primi impegni per il nuovo sindaco di Alghero Mario Conoci chiamato a sventare un eventuale “scippo”. Conteranno molto, inutile nasconderlo, anche le decisioni della politica regionale.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community