Accordo con Snam: il metano è più vicino alla Sardegna

Via libera di Solinas: entro il 2020 l'avvio dei lavori per la dorsale del gas

SASSARI. Gira l’interruttore e porta il gas nell’isola. Il governatore Christian Solinas accelera sul capitolo energia a basso costo e chiude l’accordo con la Snam per creare la dorsale del metano nell’isola. Ma nessuno pensi che il futuro vada a tutto gas. In realtà sulla strada della dorsale ci sono diversi ostacoli. Ma Solinas in queste settimane ha lavorato per chiudere il fascicolo metanizzazione dell’isola.

«Ho incontrato i vertici di Snam, dal Ceo Marco Alverà al direttore relazioni istituzionale Pablo Turini – spiega Solinas –. Abbiamo parlato della realizzazione della dorsale. L’infrastruttura base porterà il metano in tutta la Sardegna. Ma sarà anche collegata con la penisola. Un passaggio che sarà fatto attraverso due step successivi. La prima connessione con la penisola sarà virtuale. Collegata attraverso le navi gasiere che trasporteranno il metano dal rigassificatore fino all’isola. Questo consentirà di portare da subito il gas in Sardegna e consentirà di avere energia a basso costo. Sarà una virtual pipeline. Poi ci sarà la creazione di un collegamento con la penisola attraverso una infrastruttura

sottomarina. Ma per portare a termine questo secondo step servirà più tempo».

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community