Oggi la protesta dei sindaci «Subito il commissario»

I consigli comunali dei centri che si affacciano sulla strada convocati sul Lotto 2 In Regione il centrosinistra presenta una mozione sui ritardi e i costi dell’opera

SASSARI. La sensazione che la Sassari-Olbia scivoli sempre più nel cimitero delle incompiute mobilita le comunità e la politica. Lo stallo sul Lotto 2 e sul Lotto 4 fa scattare l’allerta.

La manifestazione. Oggi a protestare sono i sindaci di Ardara, Berchidda, Codrongianus, Florinas, Monti, Olbia, Oschiri e Ploaghe, con tutti i consiglieri comunali. Sul tratto del Lotto 2 hanno convocato in simultanea tutti i consigli comunali. Un segnale per dimostrare che l’attenzione delle comunità dei centri che si affacciano sulla Sassari-Olbia è massima. E anche un modo per fare pressione sul governo, perché nomini il governatore Commissario straordinario per l’opera. L’unica reale possibilità per evitare che il passo lento della burocrazia paralizzi i cantieri. «Due mesi fa, quando il ministro Toninelli ha fatto visita ai cantieri della Sassari-Olbia, abbiamo chiesto che venga nominato un commissario straordinario in capo alla Regione e non all'Anas, che già gestisce gli appalti, per sbloccare la situazione e arrivare al completamento dell'opera, ma non abbiamo ricevuto risposte, e nulla è cambiato – denuncia il sindaco di Ozieri Marco Murgia – I cantieri bloccati restano fermi, e su quella strada incompiuta si continua a morire».

Ma la mobilitazione è di tutti i sindaci. «Vogliamo ribadire l'assoluta necessità e l’urgenza che la quattro corsie sia ultimata al più presto – afferma il sindaco di Ploaghe Carlo Sorgiu –. Come abbiamo già indicato al ministro Toninelli, la soluzione più idonea è nominare un commissario che sblocchi i cantieri e acceleri le procedure burocratiche. Tutto il nord Sardegna ha già pagato un prezzo troppo alto per questa incompiuta. È ora che si metta fine a morti e disagi».

In Regione. Ma anche i consiglieri regionali del centrosinistra fanno pressione sulla giunta. In una mozione, firmata per primo dal consigliere Pd Giuseppe Meloni chiedono al governatore Chistian Solinas e all’assessore ai Lavori pubblici Roberto Frongia di mettere alle strette il governo per la nomina del commissario straordinario per la Sassari-Olbia. A dire il vero Frongia già da un mese si è attivato per far crollare le resistenze del governo giallo-verde, ma fino a ora non ha ottenuto risposte. Nella mozione firmata dai tutti i 18 consiglieri del centrosinistra si sottolineano la necessità di «individuare e rimuovere le cause per le quali le imprese subappaltatrici, gli operai e i fornitori sardi lamentano i mancati pagamenti da parte delle aziende appaltatrici dell'opera». Meloni, Pd, primo firmatario della mozione promette battaglia. «La situazione della Sassari–Olbia è fuori controllo – spiega –. Il rischio concreto è che il completamento dell'opera slitti all’infinito, anche perché sarà necessario reperire ulteriori risorse a causa dei notevoli aumenti dei costi di realizzazione intervenuti in questi anni». Meloni agita lo spettro di un ulteriore innalzamento
dei costi per completare l’opera. Per la Sassari-Olbia è stato stanziato un miliardo di euro. Tutti soldi messi dalla Regione. L’opera doveva essere realizzata in tempi record, ma dopo sette anni è ancora un cantiere, e la fine dei lavori sembra slittata già al 2022.



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SCRIVERE: NARRATIVA, POESIA, SAGGI

Come trasformare un libro in un capolavoro