Sassari-Olbia, l'Anas: "Sui fallimenti un commissario non ha poteri"

La società interviene sulla richiesta avanzata durante la manifestazione dei sindaci sulla strada

SASSARI. Nemmeno un commissario straordinario può fare nulla di fronte al fallimento di un'impresa di costruzioni: l'ipotesi di una sua nomina, dunque, «non sarebbe efficace, né agevole per la conclusione dell'opera». Così l'Anas, in una nota, interviene sulla Sassari- Olbia, la strada a quattro corsie che la società sta costruendo, oggetto questa mattina di una nuova protesta dei sindaci del territorio che la definiscono «l'incompiuta». Per questo rilanciano l'idea di un commissario, esterno all'Anas, a cui affidare le procedure per concludere nei tempi fissati.

leggi anche:

Ricetta bocciata, però, dall'Anas. Che spiega: «In caso di procedure fallimentari già in corso» non è stato possibile agire «in virtù del quadro normativo che impedisce l'intervento diretto della stazione appaltante. Anas - si legge ancora nella nota - non può fare nulla affinché le società non falliscano e la legge non prevede deroghe al riguardo. Sarebbe auspicabile in questo senso, un intervento del legislatore per migliorare la normativa nell'ottica di un generale snellimento delle procedure a protezione degli attori più deboli. Pertanto l'ipotesi di creare delle strutture commissariali non sarebbe efficace, né agevole per la conclusione dell'opera».

Quanti ai lavori, l'Anas precisa «che 6 lotti su 10 sono già stati conclusi e aperti al traffico per un totale di 43 km - sugli 80 previsti - di nuova strada a quattro corsie, che diventeranno oltre 60 all'inizio del 2020, quando verranno aperti al traffico i lotti 5 e 6 che attualmente procedono regolarmente. Per quanto riguarda il lotto 2, colpito dalla crisi finanziaria di Oberosler e prima ancora dal fallimento di Vidoni, la subentrante Pessina Costruzioni ha presentato di recente istanza di concordato preventivo che ha determinato il blocco delle attività e l'impossibilità di intervento da parte di Anas sia per far proseguire i lavori che per il pagamento dei subappaltatori. Come in altri casi si deve attendere l'autorizzazione del Tribunale competente per qualunque futura azione o attività».

Infine, sul lotto 4: «l'impresa Vittadello, contattata in quanto presente nella graduatoria di gara originaria, ha rinunciato al subentro. È seguito l'interpello da parte di Anas della successiva impresa in graduatoria, l'Ati Carena-Pellegrini da cui si è in attesa di risposta». (ANSA).

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community