Il Consiglio resta in ferie Niente seduta a Ferragosto

Il centrosinistra rinuncia alla richiesta dopo l’intervento del governatore Solinas La Giunta: «Cada o non cada il governo, a settembre avremo 153 milioni in più»

CAGLIARI. Non ci sarà un Consiglio regionale straordinario e ferragostano. I capigruppo hanno deciso di proseguire le ferie appena cominciate. La prossima seduta sarà intorno a metà settembre, come tra l’altro si sapeva dal calendario annunciato molto prima che scoppiasse il caos della crisi politica nazionale. Era stata proprio quest’emergenza e la possibile caduta del governo Conte a spingere il gruppo dei Progressisti, partito all’opposizione, a sollecitare la convocazione in fretta e furia dell’Aula. «In questo momento di palese confusione, il faccia a faccia è necessario perché abbiamo bisogno di conoscere dalla viva voce del governatore qual è lo stato dei rapporti fra la Regione e il Governo sul tema delle entrate e quali sarebbero le conseguenze se dovesse esserci un cambio di guardia a Palazzo Chigi», c’era scritto nella richiesta. Un tema caldo, quello delle entrate, tra l’altro affrontato la settimana scorsa dal Consiglio, ma che all’improvviso rischiava di finire nel nulla proprio a causa del possibile azzeramento nei ministeri.

Solinas presente. Però alla riunione dei capigruppo, convocata d’urgenza dal presidente del Consiglio regionale Michele Pais, il governatore Christian Solinas, insieme alla vicepresidente Alessandra Zedda, ha rassicurato tutti. «La vertenza entrate – le sue parole – è da sempre un confronto fra lo Stato e la Regione, e continuerà ad essere così a prescindere dalle crisi di governo che potranno esserci o dai futuri governi che potrebbero o meno arrivare». Dunque, i «punti a nostro favore che abbiamo conquistato in questi mesi di confronto resistono e resisteranno». Anzi, in quest’occasione, il governatore s’è spinto anche oltre le sue recenti comunicazioni al Consiglio. «Solinas ci ha dato la garanzia che, a prescindere da quanto accadrà nei prossimi giorni a Roma a settembre la Sardegna avrà 153 milioni di euro in più nel bilancio della Finanziaria regionale», ha detto il capogruppo dei Progressisti, Francesco Agus, che per primo aveva firmato la richiesta di convocazione urgente. Ma quanto pare all’opposizione di centrosinistra è bastata questa rassicurazione del governatore per non insistere. «Se fosse stato necessario – ha detto Pais – ero pronto a convocare i consiglieri in qualunque momento, anche a Ferragosto. Ma non ci sarà bisogno, e ringrazio il presidente Solinas per aver rassicurato di persona le opposizioni, che hanno rinunciato alla richiesta».

I soldi in più. Stando a quanto riferito da Solinas nella prossima Legge di stabilità nazionale il contributo della Sardegna per abbattere il debito pubblico dello Stato (sono gli accantonamenti) non sarà più di oltre mezzo miliardo, 535 milioni, per l’esattezza, ma sarà sotto quella soglia, con un risparmio di 153 milioni. In altre parole nel 2020, gli accantonamenti (o trasferimenti erariali negati alla Sardegna) non dovrebbero superare i 382 milioni. Tutto questo perché per la prima volta il tributo non dovrebbe essere più l’1,6 per cento del Prodotto interno lordo regionale, ma intorno all’1,14, com’è stato quello della Sicilia in questi anni. È una conquista – ha assicurato Solinas – che non sarà messa «in discussione neanche da un’eventuale crisi politica nazionale», Poi, in ogni caso, «la Giunta andrà lo stesso e comunque fino in fondo nel rivendicare i diritti dei sardi».

La capigruppo. Non ci sono state defezioni, a parte l’assenza giustificata dell’Udc. Gli altri partiti si sono presentati tutti, con la maggioranza di centrodestra guidata da Angelo Cocciu (Forza Italia), Franco Mula (Psd’Az), Dario Giagoni (Lega), Aldo Salaris (Riformatori) e Fausto Piga (Fdi). Per l’opposizione:
Francesco Agus (Progressisti), Piero Comandini (Pd), Daniele Cocco (LeU), e Desirè Manca (M5s), che tra l’altro ha detto per prima: «Una convocazione a Ferragosto del Consiglio sarebbe una spesa esagerata». Non ci sarà più bisogno di contare le ore di straordinario. (ua)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community