Trenino verde sgangherato: la Regione striglia l'Arst

L'assessore al turismo Chessa: "Pessima immagine, quel mezzo non doveva partire"

CAGLIARI.

leggi anche:

L’immagine
della motrice sgangherata che copre la tratta tra Mandas e Laconi non è piaciuta in Regione, per usare un eufemismo. Tra i più stupiti c’era proprio l’assessore al turismo Gianni Chessa, letteralmente sbalordito dalla falsa partenza di un servizio su cui ha ammesso di puntare tantissimo: «Un pessimo biglietto da visita, queste cose succedono quando il braccio destro non sa quello che fa il sinistro – spiega l’assessore –. Mi spiace che sia accaduta una cosa del genere, per l’immagine turistica della nostra regione e anche perché noi ci mettiamo la faccia, oltre che i soldi».

Chessa non vorrebbe sottolineare le responsabilità ma non si scansa davanti a una domanda diretta: «La gestione del trenino verde è in capo all’Arst e questa, mi spiace dirlo perché non ho alcuna intenzione di fare polemica, ma il mio amico Chicco Porcu ha sbagliato. Non si può pensare di far partire un servizio turistico in queste condizioni».

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community