Lutto a Lanusei e Nurri per la morte del piccolo Davide Agus

La vittima, di appena sette anni, viaggiava in auto con il nonno. Inutili i soccorsi

leggi anche:

NURRI.
Sarà lutto cittadino domani pomeriggio a Lanusei, in Ogliastra, per i funerali di Davide Agus, il bambino di 7 anni morto ieri sera in un incidente stradale in provincia di Cagliari. Le esequie si terranno in cattedrale, poi il piccolo sarà sepolto nel cimitero del paese.

«Esprimo la mia vicinanza e quella della comunità di Lanusei alla famiglia del piccolo Davide, una scomparsa che ha toccato tutti - dice il sindaco Davide Burchi - Per domani ho proclamato il lutto cittadino e invitato i commercianti a chiudere le loro attività nel pomeriggio, nelle ore del funerale. E sarà osservato anche un minuto di silenzio da parte dei dipendenti comunali».

Il bambino viveva a Lanusei con la madre Erika Mulas, tecnico di laboratorio nell'ospedale cittadino, il padre, Marco Agus, carrozziere, e i suoi due fratellini. «È una famiglia molto conosciuta in paese - sottolinea il primo cittadino - Non voglio aggiungere altro, con un dramma del genere ogni parola sarebbe superflua».

leggi anche:



Davide Agus, un bambino di sette anni, ha perso la vita a causa di un incidente stradale avvenuto intorno alle 19 in una strada di penetrazione agraria a circa cinquecento metri dalla periferia del centro abitato di Nurri in località Cuccuru Domus.

Davide viaggiava a bordo di una Fiat Panda condotta dal nonno Marcello Mulas, 61 anni, un ex agricoltore in pensione di Nurri. Intorno alle 19 di ieri, lunedì 26, lo schianto in una strada di penetrazione agraria a circa cinquecento metri dalla periferia del centro abitato di Nurri in località Cuccuru Domus.

L’auto si è scontrata frontalmente con una Renault Clio, condotta da Antonio Atzeni, 86 anni, ex allevatore, in pensione. Ad avere la peggio è stato il piccolo che è morto mentre l’équipe della medicalizzata del 118 del distretto sanitario del Sarcidano Barbagia di Seulo cercava di stabilizzarlo per poterlo trasportare in ospedale a Cagliari. Secondo una prima ricostruzione ancora da verificare da parte dei miltiari, il piccolo viaggiava dal lato del passeggero senza cintura di sicurezza. È stato sbalzato contro il parabrezza, riportando lesioni gravissime.

A lungo i sanitari hanno operato nel tentativo di salvare la vita del piccolo. Le condizioni del bambino erano parse da subito disperate ai soccorritori arrivati sul posto in tempi brevissimi. Il medico ha cercato inutilmente di attivare l’elisoccorso. Due elicotteri erano già impegnati. Il terzo, pur essendo libero non si è levato in volo a causa dell’ora tarda. Di notte non sono abilitati a viaggiare. «È asurdo che gli elicotteri siano stati dislocati solo nel nord Sardegna - afferma il sindaco di Nurri Antonello Atzeni –. Uno per logica avrebbe dovuto avere la base nel centro Sardegna. Scelte sciagurate. A essere penalizzate sono state le zone interne».

Il nonno del bambino è rimasto illeso. Antonino Atzeni, il conducente della Renault Clio ha riportato un trauma toracico. È stato trasportato all’ospedale Brotzu di Cagliari.

Una tragedia, quella di ieri, che ha cancellato la vita di un bimbo di appena sette anni e ha sconvolto una famiglia. I genitori del bambino, la madre Erika Mulas e il padre Marco risiedono a Lanusei, hanno altri due figli. La donna fa la radiologa nell’ospedale della cittadina ogliastrina.

La notizia della morte di Davide ha provocato grande commozione e sconforto a Nurri e a Lanusei. Proclamato il lutto cittadino.

I rilievi di legge sono stati effettuati dai carabinieri della stazione di Nurri e del nucleo radiomobile della compagnia di Isili coordinati dal luogotenente Alberico Viscogliosi.
 

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community