L’orecchio musicale: al Conservatorio partono i seminari

Prende il via domani (ore 10) il progetto dell’Università: parteciperanno docenti di levatura internazionale

SASSARI. A partire da domani l’Università di Sassari e il Conservatorio Canepa promuovono un’importante iniziativa che è il frutto di una condivisione progettuale scaturita dal protocollo d’intesa che le due Istituzioni hanno stipulato nel 2011. Il progetto è incentrato su una tematica di carattere interdisciplinare, quella dell’orecchio umano, trasversale rispetto ai differenti ambiti degli studi di Anatomia, Fisiologia e Didattica della musica. L’ideazione e l’organizzazione dei seminari, aperti al pubblico, è stata curata dai professori Marco Piras e Stefano Melis del Conservatorio e dalla dottoressa Grazia Fenu, ricercatrice presso il Dipartimento di Scienze Biomediche dell’Ateneo sassarese. Illustre ospite dell’iniziativa sarà il professor Valeri Brainin, di origine austriaca, uno dei massimi docenti di musica a livello mondiale, presidente della Società per l’Educazione Musicale della Federazione Russa, costola della Società Internazionale per l’Educazione Musicale dell’Unesco, ideatore di un originale metodo finalizzato al raggiungimento e al potenziamento, sin dalla più tenera età, della recettività musicale. Il programma dei seminari avrà inizio domani, alle ore 10, nell’Aula Magna dell’Università, con gli interventi del professor Andra Montella, sul tema “Lo sviluppo e l’anatomia dell’orecchio interno”, e dello stesso Brainin, che parlerà su “L’orecchio musicale in relazione all’apparato anatomo-funzionale”. Poi il piano dei seminari prevede lo spostamento delle attività nella Sala Sassu del Conservatorio, dove – da martedì 18 sino a venerdì 21, dalle ore 14.30 alle 20 – il professor Brainin affronterà tutti i diversi aspetti relativi alla propria metodologia. Infine Brainin, che vanta nella propria famiglia alcuni illustri protagonisti della storia della cultura e dell’arte europea, quali ad esempio Norbert Brainin, violinista fondatore del celebre Quartetto Amadeus, condurrà l’ultimo seminario previsto sabato 22 nell’Aula Magna del Complesso Biologico Medicina e Chirurgia (alle ore 10) sul tema “Lettura, comprensione e memorizzazione

del testo musicale secondo il metodo Brainin”. Tale metodo si basa in sostanza sull’elaborazione di correlazioni precise fra sensazioni uditive, intonazione vocale, immagini visive e attività motorie, con una metodologia di apprendimento graduale delle note musicali e del ritmo.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro