La maestosità power metal degli emergenti Sky’s Mirror

La formazione sassarese-portotorrese è arrivata in finale all’Olbia Rock 2012

Una sfida non di poco conto, coniugare tecnica e potenza per formare un insieme maestoso e dalla carica sonora ineguagliabile, tramite l'unione di tutta una serie di elementi e sfumature che forgiano un genere proprio: solo la mente collettiva di un gruppo musicale può riuscirci, e come titolo di esempio vale veramente la pena parlare degli Sky's Mirror.

Formazione "ibrida" e giovane: ibrida in quanto i membri provengono sia da Porto Torres che da Sassari e giovane in quanto fa risalire l'inizio delle attività della band al 2010; la band annovera fra i suoi componenti Antonella Masia (voce), Roberto Fancellu (chitarra), Roberto Marongiu (basso), Christian Tanca (tastiere) e Alessandro Landis (batteria) e già da poco tempo dopo la chiusura della formazione definitiva si mettono tutti al lavoro sulla definizione del repertorio: si lavora sulle cover ma anche su pezzi inediti, composti muovendosi in una direzione symphonic metal, dove i brani si arricchiscono di suoni progressive; non a caso infatti, si notano le influenze di band come Rhapsody, Epica, Whithin Temptation e Dream Theater. Il suono dei Sky's Mirror dunque nasce, si evolve e si espande, riscuotendo consensi nelle svariate esibizioni dal vivo, soprattutto nei contest, in cui il gruppo ha saputo imporsi e conquistarsi una notevole fetta di pubblico e ha avuto più di un'occasione per far parlare di sé, come ad esempio all'edizione 2012 dell'Olbia Rock a cui sono arrivati finalisti, che è servito come trampolino di lancio anche verso

eventi di rilievo che si tengono un po' in tutta la provincia.

Info: https://www.facebook.com/pages/Skys-Mirror-fanpage/183219355030153

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SCRIVERE: NARRATIVA, POESIA, SAGGI

Come trasformare un libro in un capolavoro