Anche gli sposi trovano sponsor

Quello di Raimondo e Consuelo è il primo matrimonio pubblicitario dell’isola

SASSARI. Quella di sposarsi è una decisione che va ben ponderata e presa con calma. Consuelo Soro e Raimondo Sechi, sassaresi, ci hanno pensato su per 13 anni, dopodiché un bel giorno lui, sulla prua della Tirrenia che si allontanava da Porto Torres, ha lasciato di stucco la fidanzata: «Vuoi diventare mia moglie?». Consuelo ormai si era rassegnata a una felice vita da conviventi. A dire il vero all’idea del matrimonio ci aveva lavorato da subito, da quando aveva 18 anni, marcando strettissimo Raimondo. Che però, con l’abilità di certi fuoriclasse sudamericani, era sempre riuscito a dribblare l’argomento. Fino all’improvvisa folgorazione, in stile di Di Caprio sulla prua Tirrenia, sulla tratta Porto Torres-Genova. Questo accadeva due anni fa, quando Consuelo aveva 27 anni e lavorava come impiegata vicino a Modena e quando Raimondo ne aveva 28 e faceva il progettista meccanico, sempre a Modena, per una prestigiosa casa automobilistica. Lavoro per entrambi, dunque, ma i soldi da parte non sono tanti. Non abbastanza per permettersi un matrimonio da 300 invitati. Così guardando qua e là su Internet i due aspiranti sposi scoprono una tendenza che in Continente ha preso piede da un annetto. Si chiama matrimonio sponsorizzato. E’ un po’ laborioso da mettere in piedi, ma alla fine ne vale la pena. Occorre un minimo di dimestichezza con il web, capacità di convincimento e pazienza. In pratica il matrimonio può diventare una vetrina pubblicitaria appetibile. «Abbiamo creato subito un Blog, che abbiamo giustamente chiamato www.consueraifinalmentesposi.blogspot.it e ci siamo proposti sul mercato. Poi abbiamo cominciato a prendere contatti telefonici, e a spiegare la nostra iniziativa». Il meccanismo è semplice: tu offri qualcosa per il nostro matrimonio, noi ti inseriamo nella nostra pagina web, parliamo della tua attività e esponiamo il tuo logo durante il ricevimento. Lo fanno nelle partite di calcio, lo si può fare non proprio davanti all’altare, ma almeno nel ristorante. Così l’Hotel Libyssonis di Porto Torres, che ha aderito all’iniziativa con uno sconto sul menù, è tappezzato dei marchi degli altri sponsor. Tra una telefonata e l’altra Consuelo e Raimondo hanno tirato in ballo Tessidoras e Creazione di Carmen che hanno offerto le bomboniere. “Idea” ha curato l’allestimento, “Miele e sale” ha apparecchiato il tavolo nuziale, Foto Brundu ha offerto il book, Nuracrea gli sposini sulla torta, Credit Plus la Fiat Cinquecento aziendale tutta agghindata, Graficon ha realizzato le partecipazioni. Insomma una bella fetta di spese è coperta dagli sponsor. «Tra sconti e omaggi siamo riusciti a risparmiare oltre 2500 euro – raccontano gli sposi – qualcuno

era un po’ diffidente, la prima cosa che chiedeva era, sì, ma quanto mi costa? Ma la maggior parte dei commercianti erano entusiasti da subito». Loro sono stati i primi sposi griffati nell’isola, hanno fatto da apripista, ma c’è da scommetterci che d’ora in avanti saranno in bella compagnia.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Stampare un libro, ecco come risparmiare