Cinquanta ragazzi sardi sul “Treno della memoria”, tappa ad Auschwitz e Birkenau

Terza edizione del progetto per conoscere l’Olocausto e le persecuzioni razziali

SASSARI. Partiranno domani, 21 febbraio, dagli aeroporti di Alghero e di Elmas 50 giovani sardi per il progetto “Treno della Memoria”, organizzato dall'Arci Sardegna in partenariato con l'associazione Terra del Fuoco.

I ragazzi affronteranno un viaggio nella storia e nella memoria, scoperta e raccontata attraverso i luoghi e le persone che hanno vissuto il periodo della seconda guerra mondiale.

Visiteranno il ghetto della città di Cracovia, la fabbrica di Schindler e i campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau, massima e più terribile espressione dell'odio e della discriminazione razziale.

I 50 giovani sono stati selezionati attraverso bandi pubblici o con progetti scolastici e partiranno grazie al contributo dei comuni di Cagliari, Carbonia, Fluminimaggiore, Gonnesa, Guspini, Iglesias, Masainas, Muros, Sassari, Uri, Villamassargia

e al patrocinio dell'Anci sarda.

Il progetto giunge alla sua terza edizione dopo aver coinvolto nelle precedenti due oltre 120 ragazzi che hanno potuto seguire un percorso educativo che vede nel viaggio a Cracovia, che dura cinque giorni, la tappa più intensa e significativa.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli