I ragazzi di AlbatroSS da Papa Francesco

SASSARI. È stato un incontro dalle forti emozioni quello avuto con Papa Francesco per i protagonisti del progetto AlbatroSS Sassari. Nei giorni scorsi una folta delegazione dell’associazione, che...

SASSARI. È stato un incontro dalle forti emozioni quello avuto con Papa Francesco per i protagonisti del progetto AlbatroSS Sassari. Nei giorni scorsi una folta delegazione dell’associazione, che da anni svolge una intensa attività con portatori di disabilità sia fisica sia psichica, ha partecipato ad una udienza pubblica del pontefice in piazza San Pietro. Al termine della cerimonia, come sua consuetudine, il pontefice ha voluto avvicinarsi ai presenti per conoscerli, scambiare con loro qualche parola e, per i più fortunati, scambiare con loro un abbraccio.

Un’esperienza molto coinvolgente, che è stata per molti dei ragazzi la giusta conclusione di un’esperienza di viaggio, nella quale hanno potuto sperimentare le autonomie apprese lontano dalla famiglia. Considerato l’entusiasmo dimostrato da tutti, i responsabili del progetto si propongono di ripetere l’esperienza quanto prima, facendo partecipare anche coloro che non hanno potuto essere presenti in questa occasione.

AlbatroSS è nato sei anni fa dalla fattiva collaborazione fra l’associazione omonima e la Garden Sport Center, la società che gestisce le piscine comunali di Sassari, per portare avanti un lavoro con i portatori di disabilità fisica e psichica attraverso il nuoto e le attività natatorie, e l’anno scorso ha allargato

le sua offerta alla pet therapy ed al karate. Ad ora coinvolge oltre 150 ragazzi di più di 20 comuni intorno a Sassari, Porto Torres, Ozieri, Tempio e Tortolì, e che viene svolta da uno staff di 5 psicologi, 50 istruttori di nuoto, uno di karate, 6 veterinari e 10 educatori.

Fabio Fresu

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community