Discarica perenne in via Fontana Vecchia

PORTO TORRES. Via Fontana Vecchia, in particolare nel tratto compreso tra il passaggio a livello e l'incrocio con via Ponte Romano, è una strada particolare. Disabitata o quasi, perennemente al buio...

PORTO TORRES. Via Fontana Vecchia, in particolare nel tratto compreso tra il passaggio a livello e l'incrocio con via Ponte Romano, è una strada particolare.

Disabitata o quasi, perennemente al buio diventa, al calar della sera e poco prima dell'alba, singolare meta di una particolare tipologia di cittadini: coloro i quali rifutano di fare la raccolta differenziata in casa e, non paghi di questo cattivo comportamento che ha ricadute negative per l'intera collettività, si dilettano nel lancio del sacchetto dell’immondizia. Uno "sport" da cretini che si concentra in particolare nel tratto in cui passano i binari mai utilizzati che attraversano il parco archeologico.

Lì, immersi nella “chessa” (la macchia mediterranea), sia sul lato che da verso l'area archeologica sia in quella che s'affaccia sul Rio Mannu, si concentrano sacchetti di indifferenziata, stoviglie e barattoli in plastica, lattine, materiale di risulta di lavori edili, indumenti.

I sacchetti, naturalmente, diventano poi oggetto delle attenzioni di cani, gatti e ratti alla ricerca di cibo a buon mercato. Una vera e propria discarica perenne impossibile da bonificare definitivamente visto che non appena i rifiuti vengono

rimossi, c’è sempre qualcuno pronto a cimentarsi nel lancio del sacchetto della spazzatura.

Uno spettacolo indecoroso e che deve cessare sia per rispetto ai cittadini che la differenziata la fanno, sia per rispetto alla Natura e alla Storia di Porto Torres.

Emanuele Fancellu

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller