Tagli alla spesa? I cittadini in soccorso del Comune

Santa Maria Coghinas, gesto di generosità di un artista e un proprietario terriero Il primo ha donato alcune opere, il secondo un’area per ampliare il cimitero

SANTA MARIA COGHINAS. I Comuni sono in profondo rosso? Mancano i soldi per interventi di ogni genere? Ma talvolta, grazie a cittadini generosi, è possibile arrivare là dove le casse comunali non consentono di volare alto. E quanto è avvenuto a Santa Maria Coghinas dove due privati si sono messi a disposizione della comunità donando, il primo, proprie opere artistiche per abbellire il paese, e il secondo un terreno di sua proprietà grazie al quale il cimitero potrà essere ampliato.

A darne notizia è stata l’amministrazione comunale nel corso dell’adunanza pubblica svoltasi mercoledì scorso nel corso della quale è stata accettato all’unanimità la richiesta di donazione formulata dai due concittadini.

Lo scultore Angelo Giuseppe Piras (che riveste anche la carica di consigliere comunale del paese), per dar modo di completare l'arredo urbano della piazza Comunale, ha realizzate in granito sardo e scolpite a mano opere che rappresentano una copia del sito megalitico di Pumapunku (Bolivia) della cultura dei Tiwanaku (civiltà precolombiana), scoperte dall'ingegnere Tedesco Artur Posnansky all'inizio del XX secolo.

Quest’ultimo concentrò i suoi studi su una zona del villaggio, dove alcune pietre erano disposte verticalmente, con una forma insolita e lavorate in modo preciso dagli antichi costruttori per poter essere unite una all'altra creando come delle porte. Infatti Pumapunku significa “Porta del Puma”.

Il progetto dell'artista coghinese non finisce qui: l’intento è infatti quello di riprodurre altri siti megalitici sparsi nel globo terrestre.

La seconda donazione è stata effettuata da Tonino Pruneddu e riguarda un’area adiacente al cimitero di circa 2.500 mq per l'ampliamento dello stesso. Questa acquisizione certamente avvantaggerà l'amministrazione comunale per potere accedere e finanziamenti regionali e permetterà che venga risolto una volta per tutte l'annoso problema della mancanza di loculi.

«Abbiamo accolto con grande soddisfazione e orgoglio – dice il sindaco di Santa Maria Coghinas Pietro Carbini – il gesto dei due nostri concittadini che tende a migliorare la l’arredo urbano del paese e all’ampliamento del camposanto. Nonostante ci troviamo in un profondo stato di crisi

economica – conclude il primo cittadino coghinese – i nostri concittadini dimostrano grande attaccamento al loro paese. Inoltre, si tratta di una generosità di non poco conto date le sempre minori risorse economiche  a disposizione dei Comuni in questo periodo di politiche di spending review».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro