Ittiri, avviata la raccolta di abiti usati

ITTIRI. Grazie alla convenzione stipulata tra l'amministrazione comunale e la ditta Serdantess, sarà possibile, già da oggi, conferire abiti, maglieria, biancheria, cappelli, coperte, tendaggi,...

ITTIRI. Grazie alla convenzione stipulata tra l'amministrazione comunale e la ditta Serdantess, sarà possibile, già da oggi, conferire abiti, maglieria, biancheria, cappelli, coperte, tendaggi, cuscini, copri divani, scarpe appaiate, borse, cinture, valigie, borsellini e giocattoli di peluche, negli otto contenitori, di colore giallo, posizionati presso ecocentro comunale, ingresso pronto soccorso, zona badde perdosa, via verdi presso Sisa, via Boccaccio presso Conad, via Alghero presso Eurospin, via Missingiagu presso parcheggi fontana pubblica e via Aldo Moro. Un servizio che si aggiunge alla raccolta differenziata per il quale il Comune risulta tra i più virtuosi in Sardegna, grazie alla sensibilità dei cittadini nei confronti dell'ambiente.

«Questo tipo di raccolta – sottolinea Gianni Simula, assessore all'Ambiente – di tipo “aggiuntivo” a quello in atto già da qualche anno, risulta di estrema utilità per ridurre il valore del residuo “secco” che incide in modo significativo sui costi di conferimento. Fino a ieri – prosegue Simula - i rifiuti sopra elencati finivano nella busta del secco indifferenziato o in occasioni di raccolte effettuate da ditte, più o meno autorizzate e certificate, che che utilizzavano spesso simboli o loghi come “Croce

Rossa Italiana” e di cui si sa poco in termini di destinazione finale di quanto raccolto"".

Un'altra novità riguarda la possibilità, dalla prossima settimana, di conferire assieme a carta e cartone anche i contenitori di tetrapack, brick per acqua, succhi e latte. (vi. ma.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller