Dopo i riti sacri Castelsardo si apre a musica e spettacoli

Il concerto di Noemi clou di una Pasquetta ricca di eventi Musei aperti per tutta la giornata, mostre e tanto altro

CASTELSARDO. Si e' conclusa venerdì, con la solenne liturgia dello "Lscavamentu" la Settimana Santa castellanese, una delle più suggestive e sentite di tutta l'isola, lanciando l'assist alle manifestazioni civili che aprono la stagione turistica estiva nella città dei Doria.

Lunedì scorso il Lunissanti , sin dall'alba è stato benedetto dal sole della primavera. I cantori e gli apostoli, scelti dal Priore Antonio Cimino, hanno sfilato solenni, di prima mattina, per le vie del centro storico, poi a Tergu e di nuovo, ancora, nel borgo fortificato, con le vie illuminate dalle lampade a olio e dalle fiaccole delle giovanissime consorelle.

La lunga giornata si e' conclusa a tarda notte con la rievocazione dell'Ultima Cena nella casa della Confraternita dell'Oratorio di Santa Croce, custode e depositaria dei riti.

La processione del Giovedì Santo, dopo la Messa in Coena Domini ha visto i due cortei, quello con Cristo Crocefisso e l'altro con la Madonna Addolorata, rincorrersi e cercarsi nelle anguste vie medievali sino al culmine della deposizione del Venerdì Santo.

Sotto la regia del vescovo emerito della diocesi di Nuoro , Pietro Meloni, si è assistito alla pietosa deposizione del Crocefisso ed al suo funerale mentre i cantori della Confraternita eseguivano il caratteristico “Miserere fugghi fugghendi”.

I riti caratteristici si sono chiusi con la distribuzione, alla folla di fedeli, dei fiori del sarcofago di Cristo.

Conclusi i riti sacri con la messa solenne di Resurrezione, prevista stamattina in tutte le chiese del paese, si parte domani con le feste civili.

Il programma per la tredicesima edizione della Pasquetta in Musica castellanese è infatti ricchissimo e coinvolgerà i visitatori dalla prima mattina sino a tarda sera.

Già dalle 9:30 apriranno infatti i battenti tutte le mostre ed i musei presenti nel borgo. Il Museo dell'Intreccio dentro la Fortezza dei Doria e il Museo Maestro di Castelsardo dentro la Cattedrale di Sant'Antonio Abate saranno visitabili con orario continuato sino alle 1930.

Dentro la fortezza sono inoltre ospitate ben due esposizioni temporanee, la mostra sui testi cinquecenteschi dell'archivio diocesano, nella sala X, e l'esposizione di opere di fotografia, pittura e cinematografia nella sala XI , visitabili gratuitamente nelle ore di apertura della struttura medievale. Alle 11,30 inizieranno gli spettacoli con partenza dalla terrazza del Castello con la Magicaboola Brass Band che allieterà con scorribande musicali tutto il centro storico.

Un nuovo concerto del gruppo jazz, blues e etnica prenderà il via negli Spalti Manganella per lasciare poi spazio alle 17:00 al concerto della cantautrice romana Veronica Scopelliti, in arte Noemi.

Il programma, curato dall'agenzia Container, proseguirà anche nei prossimi giorni

con altri interessanti appuntamenti. Per il 25 Aprile in piazza la Pianedda è previsto infatti il concerto degli Istentales e il primo Maggio, nella nuova piazza ci sarà la "Festa del lavoro musica e sport", intrattenimento, mercatini, antichi mestieri, esposizioni tradizionali ed artigianali.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community