Nel parco di Pattada “Die de sos pastores” dedicata ai giovani

PATTADA. E’ dedicata ai giovani la IV “Sa die de sos pastores” in programma domani nel parco pineta Salvatore Pala, organizzata dalla Pro loco Lerron e dall’amministrazione comunale con l’Associazi...

PATTADA. E’ dedicata ai giovani la IV “Sa die de sos pastores” in programma domani nel parco pineta Salvatore Pala, organizzata dalla Pro loco Lerron e dall’amministrazione comunale con l’Associazione ippica pattadese. “Quale futuro e quali opportunità per i giovani nel mondo agro-pastorale?” è infatti il titolo del convegno che aprirà la giornata: una conferenza tematica che verterà sul futuro del mondo agro-pastorale, e in particolar modo sul ruolo dei giovani, sulle loro possibilità, sulle difficoltà che attraversano il settore, e su quali potrebbero essere possibili risoluzioni, e miglioramenti da apportare.

Al centro della discussione proprio l’integrazione dei giovani, ormai troppo distanti da questo mondo, per sfiducia o, forse, anche per un allontanamento, quasi sradicamento dalle origini. Dopo il saluto del sindaco Mario Deiosso interverranno l’assessore regionale all’agricoltura Elisabetta Falchi, il presidente della commissione Agricoltura del Consiglio regionale Luigi Lotto, l’ex dirigente di Argea Sassari e consigliere regionale Piermario Manca, l’ex assessore alla Cultura e presidente del Fai Maria Antonietta Mongiu e il presidente della cooperativa La Concordia e del consorzio Agriexport Salvatore Palitta. Modererà il dibattito l’agronoma Grazia Meloni.

Dopo il convegno inizierà la manifestazione nel parco pineta, con allestimenti di momenti della vita quotidiana degli allevatori, con dimostrazioni sulle diverse attività del pastore, dalla tosatura alla mungitura. Saranno inoltre serviti piatti tipici della gastronomia pastorale. Nel pomeriggio ci saranno giochi per i bambini ispirati alla tradizione, come la corsa con i cavalli di ferula, la corsa con i sacchi, la gara “chin su chilciu” e un’ampia serie di altri divertenti svaghi tipici della vita agreste. Dalle 18 si esibiranno il gruppo Folk San Salvatore Pattada, al suo esordio assoluto, i Tenores locali Padre Luca Cubeddu e Sa Niera e altri di paesi limitrofi.

«L’obiettivo dell’iniziativa - spiega il sindaco - è quello di inquadrare i numerosi problemi riguardanti il settore agro-pastorale nell’ultimo decennio. Si è voluto focalizzare l’attenzione sulla trasmissione di valori e tradizioni della cultura sarda, indispensabili, in una società, come quella odierna, ipertecnologica, subissata dalla globalizzazione, per il mantenimento di una identità ben radicata».

Abbinata alla manifestazione ci sarà infine la terza edizione dell’estemporanea di pittura, che quest’anno avrà come tema “Il mondo del pastore” e vedrà la partecipazione di pittori di qualsiasi tendenza artistica che dipingeranno nell’area della pineta durante “Sa Die”. (b.m.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro