giave

Nuovo direttivo per la “Santu Sistu”

GIAVE. L’Associazione culturale “Santu Sistu”, nei giorni scorsi, al termine dell’assemblea generale, ha rinnovato il consiglio direttivo per gli anni sociali 2015/2016. Amedeo Scodino sarà il nuovo...

GIAVE. L’Associazione culturale “Santu Sistu”, nei giorni scorsi, al termine dell’assemblea generale, ha rinnovato il consiglio direttivo per gli anni sociali 2015/2016. Amedeo Scodino sarà il nuovo presidente. Ad affiancarlo nell’incarico saranno il vice Mario Nuvoli, Tonino Scodino, segretario tesoriere, e i consiglieri Antonello Fiori, Bastiano Nurra, Mario Nurra, Bastiano Olia mentre Tonino Onida sarà il Revisore dei conti.

L’associazione culturale, nata nel 2009 in onore di San Sisto Papa, primo patrono di Giave, è costituita da 25 iscritti e persegue, senza fine di lucro, finalità di ricerca e di recupero delle antiche tradizioni culturali, musicali e popolari, del patrimonio folcloristico locale, delle sagre delle mostre e delle rassegne tipiche dl territorio.

Al suo interno è compreso il coro “Antoninu Paba”, nato in onore del noto poeta Giavese, la cui memoria è tramandata in modo mirabile dall’armonia delle sue rime trasfuse nel canto interpretato dai 20 elementi che ne fanno parte e che esplica, fin dalla sua formazione, la sua attività nello studio e nell’esecuzione di brani del folclore tradizionale sardo e delle tradizioni religiose del Natale e della Pasqua. Nel recente passato il coro si è avvalso della collaborazione artistica del maestro Mario Coloru e ora è diretto dal maestro Antonio Casu.

Il nuovo direttivo, preso atto con soddisfazione della crescita artistica e della maturazione musicale raggiunta, per il futuro ha predisposto, in spirito di continuità, un programma di attività realistico e realizzabile che, in primo luogo, terrà conto delle peculiarità culturali sociali e tradizionali locali. Su questi temi l’associazione intende confrontarsi con una costante azione di traino e di sensibilizzazione per ogni forma di promozione sociale, da realizzare con un’auspicabile condivisione e su un piano di pari dignità con ogni realtà culturale o sociale Giavese. Nell’ambito di un programma articolato sono stati individuati tra gli altri alcuni punti cui si riconosce particolare rilevanza. E’ prevista la realizzazione di un sito internet illustrativo e descrittivo dell’attività dell’associazione e la promozione di eventi culturali sulla figura del poeta A. Paba e di altri poeti locali, che, con l’ armonizzazione ed interpretazione di alcuni brani, consentano di valorizzare e riaffermare la schiettezza del dialetto e della parlata Giavese. E’ prevista anche l’attivazione di contatti e collaborazione con cori e realtà sarde, anche fuori dell’isola, allo scopo di promuovere amicizia e cultura sarda. Un impegno particolare riguarderà la sensibilizzazione verso forme di aggregazione culturali e musicali come il Canto chitarra, canto a tenore, l’organetto sardo e il corpo di ballo, per facilitare sinergie ed opportunità positive, così come sarà importante curare

(o collaborare) a manifestazioni, sagre, mostre, rassegne e ricorrenze nel territorio. L’associazione ritiene inoltre sufficiente il grado di maturazione raggiunto dal coro per affrontare la realizzazione e la produzione di un cd, che consenta un salto di qualità importante. (e.m.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller