“Tott’umpare pro sos ateros” a Ittireddu

Venerdì una serata di musica revival per raccogliere fondi a favore della ricerca sulle malattie rare

ITTIREDDU. Il circuito di serate musicali per cantanti dilettanti ideato dal Gruppo I Sauri di Laerru, farà tappa venerdì 29 a Ittireddu, dopo le location di Bortigiadas, Perfugas, Sedini e appunto Laerru. L'iniziativa denominata "Tott'umpare pro sos ateros" si prefigge di raccogliere fondi per contribuire alla ricerca medica sulle malattie rare ed in particolare per la paraparesi spastica.

L'Associazione musicale e culturale Zuighes Revival di Ittireddu ha reclutato e preparato sul posto otto concorrenti, appassionati di musica degli Anni Sessanta e moderna, che saliranno sul palco per guadagnare la selezione per la serata finale che riunirà tutti i migliori cantanti dei cinque paesi. Eseguiranno brani dei Nomadi, Eric Clapton, Guccini, De Gregori, Credence Clearwater Revival, Curreri-Stadio, ed un brano del gruppo in lingua sarda.

Una competente giuria valuterà le performances musicali dei "cantanti dilettanti allo sbaraglio" per scegliere i tre che avranno diritto a partecipare alla finale in programma a Laerru il 7 settembre prossimo.

Il ricavato della serata che beneficia anche del contributo del Comune e di alcuni sponsor, con l'auspicabile sostegno del pubblico e dei "fans",

verrà devoluto per gli scopi umanitari, di solidarietà e di beneficenza che stanno alla base dello Statuto dell'Associazione Zuighes che dal 2009 ha rimesso in attività i componenti storici del complesso musicale che operò a Ittireddu e nella zona dal 1967 al 1971.

Gerolamo Squintu

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community