Un tuffo nella storia e nella letteratura

Successo a Mara della prima edizione del festival “StoricaMente” con gli scrittori: già si pensa al bis

MARA. Un tuffo nel passato attraverso la letteratura. Una suggestiva giornata la si è vissuta domenica scorsa, nella cornice dello splendido santuario della Madonna di Bonuighinu. Qui, nel cortile, si è tenuto l’incontro previsto nella prima edizione di “StoricaMente: Festival Letterario del Romanzo Storico”, programmato dall'Associazione Culturale Intercomunale Isperas e dalle amministrazioni Comunali di Cossoine, Mara, Padria, Pozzomaggiore e Semestene, con la partecipazione del Sistema Bibliotecario del Meilogu e dell'Associazione Liberosha.

Un pubblico numeroso ed appassionato nel corso del piccolo e interessante itinerario che, dal 12 al 14 Settembre, è stato ospitato nei cinque centri, ha seguito con interesse e curiosità la presentazione di diversi testi che hanno ottenuto un successo veramente apprezzabile e ha premiato il gran lavoro e l’impegno posto dall’Associazione per portare all’interno dei luoghi in cui avvennero gran parte dei fatti descritti nei romanzi, per rinverdire e conservare la memoria di avvenimenti che hanno caratterizzato l’evolversi di un cammino di crescita e civiltà.

L’iniziativa, accolta con grande interesse e curiosità dalle amministrazioni comunali, ha avuto il merito di offrire al pubblico, nei cinque incontri tenuti nei vari comuni dieci scrittori di assoluto valore come Pitzorno, Buticchi, Pellegrino, Soriga, Mureddu, Lecis, Picciau, Oppes, Migheli e Onnis che hanno presentato e dibattuto le loro opere, ambientate nei più diversi periodi storici, dal nuragico agli orrori dei lager nazisti, descritti nel romanzo “Il fotografo di Auschwitz”. Il pubblico che ha partecipato numeroso ed attento ad ogni sessione della manifestazione si è fatto trasportare dalla descrizione degli autori dei vari testi che, con interventi brillanti e notevole rigore storico, hanno saputo ricostruire le atmosfere intriganti raccontate nei loro romanzi.

Grande interesse e apprezzamento è stato manifestato anche per la scelta dei luoghi nei quali si sono svolti gli incontri e che hanno offerto anche la possibilità di ammirare la bellezza ed il valore storico ed architettonico di siti come il cortile dell'ex convento agostiniano di Pozzomaggiore (attuale Museo del Cavallo), il Santuario di Bonuighinu, a Mara, e l'ex Convento Francescano di Padria.

Nell’occasione è stata proposta anche una visita guidata ad alcuni dei siti più interessanti del territorio, e i visitatori all'interno del Museo Civico di Padria hanno avuto il piacere di seguire con attenzione le spiegazioni e piccole lezioni storiche tenute dai bambini del paese. Un meritato successo è stato riconosciuto anche al gruppo di rievocazione storica “Memoriae Milites” che a Semestene ha offerto una rappresentazione con abiti nuragici e a Mara con vesti romane e sardo puniche.

Al termine della manifestazione,

chiusa con l’incontro tenuto nel saloncino parrocchiale di Cossoine, gli amministratori hanno manifestato grande interesse e soddisfazione per il lavoro svolto che, come ha preannunciato l’Associazione Isperas, dovrebbe rivivere il prossimo anno con la seconda edizione.

Emidio Muroni

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro