Apollo Beat, il cinema ai giardini

Spettacolo esilarante della band sassarese che ha presentato il suo primo album

SASSARI. Più che un concerto è stato cinema in diretta. Dove non è mancato nulla: dalle sirene della polizia, alla Giulia messa di traverso, il sangue, un cadavere, spari, colpi di scena a ripetizione, la voce impastata del questore che ne raccontava la storia e ben due palchi come luogo d’azione. Il live degli Apollo Beat, che sabato scorso ha chiuso il Late summer festival ai giardini, è stato letteralmente una full immersion nelle atmosfere “Seventies” dove musica e film di genere erano legati in maniera inscindibile in un gioco di rimandi reciproci grazie anche alla diretta dal vivo, con le immagini del concerto proiettate su uno schermo gigante sul palco centrale. Uno sforzo notevole che ha visto impegnati in contemporanea musicisti, tecnici audio e video, macchinisti, truccatori, costumisti, in quello che era a tutti gli effetti un vero e proprio set cinematografico.

La band sassarese formata da Giuseppe Bulla, Andrea Sau, Diego Moretti, Diego Ganga e Diego Desole ha presentato i brani del primo album in uscita in autunno e mostrato alcune sequenze in anteprima della web serie “Apollo Beat: la serie” diretta da Michele Gagliani. Il primo episodio verrà messo in rete su un canale dedicato, una pagina Facebook e un sito online che verranno lanciati tra pochi giorni. Durante lo show si sono intervallati brani originali con rivisitazioni di altri più "oscuri" che guardano al mondo delle colonne sonore, senza dimenticare pezzi più conosciuti tratti da Herbie Hancock o Starsky&Hutch. L’album stesso, dal titolo top secret, richiamerà le sound library degli anni 60 e 70, cioè quei dischi di sonorizzazioni creati ad hoc per il settore radiotelevisivo, ma che non trovavano spazio nel

mondo discografico. Nella fiction, invece, gli Apollo Beat vestiranno i panni di una squadra speciale di cinque “poliziotti di ferro” che per tanto tempo ha operato nella penisola.

Un’operazione mai fatta finora ma che, vista l’accoglienza e l’entusiasmo di sabato, ha lasciato il segno.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro