L’omaggio degli artisti sardi a Padre Zirano

Urgu, Atzei, Bertas, Tazenda alcuni dei partecipanti alla festa in piazza che seguirà alla beatificazione

SASSARI. Una serata di musica e di riflessione in onore di Padre Zirano. A una settimana dalla beatificazione, è stato definito il programma per la grande festa che si svolgerà il 12 ottobre in Piazza d'Italia: un omaggio dei più importanti artisti dell'isola all'umile frate francescano di Sassari morto da martire nel 1603 ad Algeri.

L'evento è organizzato dalla commissione culturale per la beatificazione, con l'intento di creare un'occasione di festa al termine di tutte le celebrazioni religiose previste sempre per il 12 ottobre prima in Piazzale Segni (alle 10.30 la solenne messe di beatificazione) e poi a Santa Maria di Betlem (alle 18.30 una messa di ringraziamento per l'avvenuta beatificazione).

Come location dell'evento è stata scelta Piazza d'Italia in quanto centro e motore della vita economica, sociale e culturale della città, spiegano gli organizzatori.

Lo spettacolo avrà inizio alle ore 20. Sul palco, il conduttore Antonello Fresu presenterà i numerosi ospiti della serata, che si aprirà con il gruppo "Sbandieratori Musici Città di Sassari".

Seguiranno poi i colori e le musiche del gruppo folk San Nicola di Sassari, del gruppo folk di Sennori e del gruppo folk di Olmedo. Spazio poi alla musica tradizionale sarda con le esibizioni del coro di Usini, del coro di Tore Bulla e, intorno alle 21.20, della grande Inoria Bande con il suo celebre organetto diatonico.

Sarà poi la volta dei solisti. Inizia Maria Speranza Russo; poi, intorno alle 21.45, l'intramontabile comicità di Benito Urgu. Seguiranno Maria Giovanna Cherchi, Roberto Acciaro con la Corale Nova Euphonia e, intorno alle 22.30, Bianca Atzei. Gran finale con due gruppi che hanno fatto la storia musicale dell'isola: i Bertas con una particolare esibizione insieme con la corale Vivaldi e, alle 23, i Tazenda con le canzoni del loro vecchio e nuovo repertorio.

«Tutti gli artisti, è bene sottolinearlo – spiega una nota scitta dal comitato organbizzaotre dell’atteso evento – hanno accettato con entusiasmo l'invito dell'Arcivescovo di Sassari, Paolo Atzei e dei frati minori conventuali scegliendo di esibirsi a titolo gratuito».

Nel corso della serata l'attore Daniele Monachella leggerà alcuni brevi brani estratti dal libro sulla vita di Padre Zirano.

È la prima volta, nella storia moderna della Chiesa turritana, che una cerimonia di beatificazione avviene nel capoluogo o, comunque, nel territorio. Fino al 2005 il solenne rito avveniva, sempre officiato dal papa, esclusivamente in piazza San Pietro. Benedetto XVI, per

coinvolgere maggiormente i fedeli e le diocesi di provenienza dei nuovi beati, ha autorizzato queste speciali liturgie in sede locale. Dopo Cagliari, che ha avuto questo onore il 3 febbraio 2008 quando è stata beatificata la suora vincenziana, Giuseppina Nicoli, sarà ora la volta di Sassari.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro