Sabato ritorna “Cantigos in carrela”

A Pozzomaggiore si terrà la consueta rassegna corale che si svolge per le vie del centro storico

POZZOMAGGIORE. Sabato, alle 18 inizierà la manifestazione intitolata “Cantigos in Carrela”, organizzata, in occasione del ventennale della fondazione, dal “Coro di Pozzomaggiore”, guidato dal neo presidente Antonello Madeddu e diretto dal maestro Giuseppe Serra.

Si ripeterà, con rinnovato entusiasmo, l’ormai tradizionale incontro musicale, e gastronomico, di solidarietà, simpatia e amicizia che, ormai da diversi anni, è organizzato dal coro e vede nella veste di protagonisti il gruppo di cantori che si alternano nelle esibizioni nelle diverse vie e piazze del paese con gruppi provenienti da centri vicini, all’insegna dell’amicizia e ospitalità. Quest’anno è prevista la partecipazione di gruppi canori, etnici e di ballo come: Su Cuncordu Lussurzesu di Santu Lussurgiu, Cuncordu Planu de Murtas, di Pozzomaggiore, Coro di Florinas, Coro Renato Loria di Muros, la maschera etnica sarda “S’Urtzu e su Pimpirimponi” di Sadali e il gruppo di ballo Santu Pedru di Ittiri. Tutti insieme attraverseranno le vie del paese, per sostare in diversi rioni, dove si esibiranno nei brani, canti e balli, più noti del proprio repertorio e potranno assaporare la qualità e bontà dei prodotti preparati per l’occasione.

La manifestazione prevede l’incontro dei gruppi con la popolazione in piazza Santa Croce, dove inizierà la manifestazione per proseguirà verso la piazza Maggiore, alta e bassa, dove si potranno gustare i piatti e i vini tipici di Pozzomaggiore, prima di arrivare nella piazzetta

dello Sport dove inizierà la cena finale, con l’armonia dei canti e balli proposti dalle associazioni presenti. Si tratta di una manifestazione molto attesa in paese perché fornisce l’occasione di socializzare al suono della musica di qualità e gustando pietanze che ormai non si (e.m.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community