il seminario

Il ruolo della mediazione per alleggerire i tribunali

SASSARI. Il ruolo della mediazione commerciale. Il giornalismo alla prova del funzionamento concreto di moderni istituti giuridici. E la divulgazione delle grandi opportunità legate a uno strumento...

SASSARI. Il ruolo della mediazione commerciale. Il giornalismo alla prova del funzionamento concreto di moderni istituti giuridici. E la divulgazione delle grandi opportunità legate a uno strumento nato per evitare l’intasamento dei tribunali con le cause civili. Una mole di contenziosi in molti casi risolvibili attraverso una semplice trattativa fra le parti, senza formalità eccessive, in tempi rapidi e con notevoli risparmi fiscali. Di tutto questo, e molto altro sul piano tecnico, si è parlato l’altro ieri all’università. Nel “quadrilatero” di viale Mancini che ospita il dipartimento di scienze giuridiche si è infatti svolto un seminario di aggiornamento promosso dall’Ordine regionale dei giornalisti, in collaborazione con il Centro di mediazione dell’ateneo sassarese. Interventi di Francesco Sini, preside uscente della facoltà di Giurisprudenza, dell’avvocato Silvio Zicconi, della professoressa Maria Antonietta Foddai, responsabile del Centro e docente di filosofia del diritto e del giornalista Pier Giorgio Pinna. Oltre che del presidente dell’Ordine Filippo Peretti, che ha introdotto e coordinato i lavori.

Alla fine, nella sala Segni, un dibattito animato dalle domande di studenti e redattori ha permesso di chiarire diversi aspetti d’interesse collettivo generale. E soprattutto di definire meglio i passaggi legati all’introduzione nel sistema del ruolo dei mediatori. Ma chi sono questi nuovi professionisti? Né arbitri né giudici né negoziatori tesi a sviluppare soltanto una transazione o un negoziato tra le parti, sono invece terzi imparziali incaricati di facilitare un accordo tra persone e rappresentanti di società commerciali, tutti soggetti in conflitto sulla base di contrapposti diritti. Il compito dei mediatori civili? Evitare l’avvio di cause e processi formali. In quali ambiti? Si va dalle liti condominiali agli scontri fra eredi, sino alle controversie sulla diffamazione mezzo stampa e alla malasanità che non sconfinino in campo penale. L’obiettivo

finale - imposto dall’Europa e assecondato dal governo nazionale - è quello di agevolare le persone che si trovino in contrasto per permettere di trovare una soluzione di compromesso ai loro problemi. E di fatto alleggerire così il lavoro dei magistrati nel settore della giustizia civile.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli