Assistenza domiciliare in 23 Comuni del territorio

Osilo, grande successo per la realizzazione del progetto “Home care premium” Redatti e attivati i piani personalizzati per 127 persone non autosufficienti

OSILO. Si è confermato per quello che era parso fin dall’inizio il progetto “Home care premium”, promosso dall’Inps gestione ex Inpdap: una straordinaria opportunità per estendere l’assistenza domiciliare ad un gran numero di persone parzialmente o totalmente non autosufficienti, che fino a quel momento non avevano il servizio o lo avevano in maniera non adeguata.

Per quanto riguarda l’ambito Plus Anglona-Coros-Figulinas, il progetto ha coinvolto 127 utenti su venti Comuni: 5 di Bulzi, 3 di Laerru, uno di Martis, 14 di Nulvi, 25 di Osilo, 2 di Perfugas, uno di Sedini, 4 di Tergu, 3 di Chiaramonti, uno di Codrongianos, uno di Erula, uno di Florinas, uno di Ossi, 4 di Ploaghe, 25 di Sennori, 12 di Castelsardo, uno di Muros, 11 di Ossi, 2 di Santa Maria Coghinas, 9 di Viddalba. Per ciascuno di essi è stato redatto il piano personalizzato, sul modello di rilevazione predisposto dall’Inps e dell’istruttoria condotta dalle assistenti sociali incaricate. E sulla base del piano sono stati attivati diversi servizi a sostegno della non autosufficienza, fra “prestazioni prevalenti” (igiene personale, toilette, vestizione, alimentazione, preparazione pasti, assunzione farmaci, housekeeping-governo della casa, riposo notturno, uso telefono e strumenti di alert, mobilità extra domiciliare, spesa, uso del denaro), e “prestazioni integrative” (operatore socio-sanitario, centro diurno, azioni di sollievo, trasporto, pasti a domicilio, ausili, domotica).

Grazie ai contributi erogati direttamente agli utenti dall’Inps per le prestazioni prevalenti, sono state assunte 81 assistenti familiari. Il Comune di Osilo, dal canto suo, in quanto ente gestore del Plus, ha erogato le prestazioni integrative: 76 utenti hanno usufruito dell’assistenza domiciliare di sollievo, 2 dell’assistenza per minori, mentre sono stati emessi 54 voucher per acquisto di ausili, 29 voucher per l’acquisto di apparecchiatura domotica, 6 progetti di trasporto. In questo periodo, inoltre, è in fase di svolgimento il percorso formativo previsto nell’ambito del progetto. Il corso è destinato alle assistenti familiari ed educatori domiciliari impegnati nel progetto Hcp, ma non ancora in possesso dei requisiti professionali indispensabili all’iscrizione nel Registro delle Assistenti familiari del Plus Anglona-Coros-Figulinas.

La realizzazione del percorso, affidata all’ente di formazione professionale Isogea, prevede la partecipazione di trenta corsisti, che si formeranno sulle materie funzionali alla migliore erogazione del servizio: psicologia, assistenza sociale, infermieristica professionale, attività socio-sanitaria, medicina, consulenza del lavoro, sicurezza e prevenzione negli ambienti domestici. Il corso ha una durata di 70 ore e terminerà il 21 novembre. Nel frattempo, l’Ufficio di piano del Plus ha presentato un progetto di utilizzo del “Premium” spettante al Comune di Osilo, per l’acquisto di un software che consenta

la migliore gestione dell’Home care premium e l’implementazione dei servizi sociali dei 23 Comuni dell’ambito. L’Inps, dal canto suo, ha confermato la continuità dei piani personalizzati attivati per le persone non autosufficienti e l’imminente pubblicazione delle linee guida per il 2014.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro