Perfugas, la mensa scolastica apre in ritardo

Mamme in rivolta per il disagio, ma il servizio partirà lunedì. Il sindaco: «Mancano gli impiegati»

PERFUGAS. Ha creato disagi e malumori il mancato avvio del servizio della mensa scolastica della scuola materna. Diverse mamme hanno, infatti, lamentato la mancata attivazione del servizio, chiedendo lumi agli amministratori. A quanto pare, non era, in effetti, mai accaduto che il servizio mensa destinato agli alunni più piccoli del ciclo dell’istruzione obbligatoria non fosse ancora avviato dopo la fine di ottobre. Lo stesso sindaco, che ha dichiarato di avere già lavorato alla soluzione del problema, riconosce che la mensa viene solitamente attivata verso la metà di ottobre e che il ritardo di qualche settimana (conti alla mano, alla fine, si tratterà però quasi di un mesetto buono rispetto all’inizio dell’anno scolastico) è un fatto del tutto eccezionale.

La buona notizia è che con molta probabilità il servizio inizierà lunedì prossimo. Ancora qualche giorno di attesa, quindi, e i bambini di Perfugas potranno finalmente fruirne. Resta però in piedi la domanda sulle cause di un ritardo che ha mandato su tutte le furie più di una mamma, creando per le famiglie disagi non da poco. Un ritardo che, garantisce il sindaco Mario Satta, non si può imputare a una ben precisa volontà. «Il lieve ritardo - spiega, infatti, con una nota di risentimento il primo cittadino perfughese - è dovuto al fatto che mi trovo a lavorare nell'area segreteria con solo una persona a causa di assenze giustificate di personale che non ho la possibilità di sostituire. Il procedimento è in corso e la settimana prossima dovrebbe iniziare il servizio di mensa scolastica. Ho, comunque, sempre dato ampia disponibilità a chiarimenti. Anche la settimana scorsa vi è stato un incontro in Comune, nel mio ufficio, dove ho dato spiegazioni». Forse ciò che non è andato giù alle famiglie dei bambini della materna è che in altri centri la mensa sia iniziata ormai da diversi giorni: il primo ottobre a Chiaramonti, tre settimane fa a Erula e Martis. Solo a Laerru, dove la mensa inizierà il 5 novembre, si è verificato un ritardo paragonabile a quello di Perfugas. Ad aver chiesto spiegazioni e rassicurazioni agli amministratori è stata sicuramente anche la direttrice della scuola, il cui principale obiettivo è quello di garantire i piccoli che vengono affidati alla struttura che dirige. A lei il sindaco dovrebbe avere comunicato la data del 10 novembre, termine entro il quale la questione dovrebbe venire definitivamente sistemata.

«Non vorrei - dichiara Satta - che si utilizzasse un ritardo dell'inizio del servizio della mensa per attaccare l’amministrazione sempre molto attenta ai problemi e alle richieste di tutti i cittadini, in particolare su questioni che hanno a che fare con scuole o altro».

Giuseppe Pulina

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller