Sorso, launeddas contro l’emarginazione

SORSO. «La musica che unisce e supera le barriere». È lo spirito che anima l’iniziativa “Musica all’Orizzonte”, svolta nei giorni scorsi presso la comunità “Giovanni XXIII” di Sorso con l’obiettivo...

SORSO. «La musica che unisce e supera le barriere». È lo spirito che anima l’iniziativa “Musica all’Orizzonte”, svolta nei giorni scorsi presso la comunità “Giovanni XXIII” di Sorso con l’obiettivo di favorire l’integrazione tra i diversamente abili e i ragazzi più fortunati. Ospite della serata il maestro sorsense Fabio Melis, che ha svolto una lezione-concerto utilizzando le launeddas “su sulittu” e la “trunfa” (scacciapensieri). La cooperativa sociale San Damiano - realtà fondata da don Oreste Benzi - gestisce un centro diurno socio-educativo a Sorso dal 1999, accogliendo adulti con varie problematiche. «L’incontro con Fabio Melis è un momento altamente formativo per i ragazzi del centro,

che fornisce a loro stessi momenti di crescita in un mondo fortemente segnato dalla presenza della musica come veicolo di comunicazione», commenta il presidente Antonello Spanu. L’evento fa parte di una serie di appuntamenti che la San Damiano sta portando avanti con vari artisti sardi. (s.s.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller