Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

La “stanza” dei ragazzi

Al via il primo di una serie di incontri alla Nuova, con gli studenti delle scuole superiori

SASSARI. Un incontro al mese per conoscere meglio i ragazzi e per dare loro l’opportunità di farsi conoscere e di esprimersi con il mezzo che è loro più congeniale. È questo il senso del progetto multimediale che prenderà il via domani con il primo di sette confronti organizzati nella sede della Nuova Sardegna. Nella sala convegni del giornale, a Predda Niedda, gli studenti di quattro istituti superiori di Sassari e di Porto Torres si confronteranno su grandi temi con esperti e protagonisti della cronaca, della cultura, delle istituzioni.

Tutti i dibattiti saranno trasmessi in diretta streaming nel sito della Nuova Sardegna e saranno seguiti, nelle rispettive scuole, dagli studenti degli istituti che hanno accettato di partecipare a un progetto che andrà avanti per tutto l’anno scolastico e che si concluderà a maggio. Si tratta del liceo classico Azuni, diretto da Massimo Sechi; del liceo scientifico Spano, diretto da Maria Paola Curreli; del liceo Marconi, diretto da Angela Fadda e dell’Istituto di istruzione superiore Paglietti di Porto Torres, diretto da Franco Fracchia.

Al progetto collabora anche l’Azienda trasporti pubblici che ha messo a disposizione i mezzi per il trasporto degli studenti. Si comincia domani, appunto, con il primo dei sette incontri in programma. Parteciperanno il direttore del Parco di Porto Conte, Vittorio Gazale; il magistrato di sorveglianza Riccardo De Vito; la responsabile dell’area educativa del carcere di Bancali Maria Paola Soru e due dei sei detenuti che hanno lavorato con l’Archivio di Stato al progetto di recupero e digitalizzazione dell’archivio della colonia penale di Tramariglio. Tutto il materiale è stato pubblicato nel volume “Memorie di vita carceraria della colonia penale di Tramariglio” (Carlo Delfino Editore). Oltre che per parlare del libro, l’incontro sarà l’occasione per parlare del carcere e delle opportunità che anche questa realtà può offrire.

L’incontro sarà trasmesso dalle 10 alle 12 e sarà visibile fino a maggio, insieme agli altri, in uno spazio dedicato ai giovani nel sito della Nuova. Una “stanza” virtuale che resterà sempre aperta e dove tutti i giovani che vorranno, non solo quelli che partecipano agli incontri, potranno esprimere le proprie opinioni, inviare foto e altro materiale. Le riflessioni più interessanti saranno pubblicate nelle pagine del giornale.

©RIPRODUZIONE RISERVATA