Mense scolastiche, tra Cargeghe e Muros riesplode la polemica

Opposizione durissima in consiglio con il sindaco Oggiano «La gestione associata è una pezza ai pasticci dell’estate»

CARGEGHE. Un “pasticcio” la gestione della mensa per le scuole. Almeno a sentire l’opposizione che ha manifestato nell’ultima seduta di consiglio comunale tutto il proprio scontento: «Manca azione e incisività politica – denuncia il capogruppo Franco Spada – in particolare per quanto riguarda la presenza dell’amministrazione comunale di Cargeghe sul territorio e i suoi rapporti col vicino comune di Muros».

Il pretesto per la decisa presa di posizione è stata la discussione su una convenzione per gestire in associazione il servizio di mensa per gli alunni della scuola elementare e di quella media che ospitano, la prima a Muros e la seconda a Cargeghe, i bambini e i ragazzi dei due piccoli centri. In realtà, ad avviso del gruppo di opposizione, si tratta di un’associazione sui generis, visto che ciascun Comune gestirà in totale autonomia le due mense, con affidamenti e rette del tutto disgiunti.

«Si è voluto, per stessa ammissione del sindaco Salvatore Oggiano – commenta Spada – mettere la pezza a un pasticcio (il servizio di mensa era già operativo da alcune settimane, tanto in una scuola, quanto nell’altra ndr), che solo a prima vista è amministrativo, ma che, in realtà, è soprattutto politico». «Figlio – aggiunge con durezza e in modo decisamente esplicito - della mancanza di comunicazione, coordinamento e condivisione degli obiettivi e degli strumenti per raggiungere risultati di interesse comune tra gli amministratori dei due paesi, che ha visto Cargeghe più volte, solo nel corso di quest’anno, dover subire e cercare di porre rimedio, come in questo caso, all’azione della giunta murese e ai problemi da essa generati».

L’opposizione mette poi il dito sulla piaga e riaccende la polemica, che ha animato il fine estate, sulla vicenda legata alla istituzione a Muros della scuola dell’infanzia senza tener conto del fatto che a Cargeghe esisteva già da alcuni anni una scuola paritaria che accoglieva i bambini di ambedue i comuni. Prima l’amministrazione di Cargeghe – ricorda il capogruppo dell’opposizione Spada – ha denunciato la scorrettezza del comportamento di quella del comune di Muros, contestando il fatto che anziché tendere alla cooperazione e alla razionalizzazione dei servizi, delle strutture e delle risorse puntava a raggiungere risultati discutibili, rivendicando malintesi diritti autonomistici, poi niente più.

«Nessuna iniziativa, nemmeno quando il Tar ha dichiarato l’illegittimità della deliberazione della Giunta regionale che aveva istituito la nuova scuola». Una scuola tra

l’altro – fa notare l’opposizione – nata già con un deficit di iscrizioni e con problemi organizzativi e di gestione. Ora, buon ultimo, «il pasticcio della mensa per le scuole, a cui si è cercato di porre rimedio con la convenzione approvata dal consiglio col voto contrario dell’opposizione».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro