Consorzio di bonifica Dopo vent’anni si rinnova il direttivo

Oggi data storica dopo un lunghissimo commissariamento Soddisfazione della Cia: «L’agricoltura avrà una chance»

OZIERI. È una data storica quella di oggi per il Consorzio di Bonifica del Nord Sardegna di Ozieri, che dopo più di venti anni di commissariamento chiama a raccolta i consorziati per le elezioni del consiglio dei delegati dell’agro di Ozieri e dell’Anglona. Un appuntamento che arriva dopo dieci anni esatti dalla creazione del consorzio, che come si sa nasce dall’unione di quelli della piana di Chilivani e della valle del Coghinas e comprende i comprensori di Ozieri, Perfugas e Valledoria. I seggi saranno aperti dalle 7 alle 22 nelle sedi di Ozieri, in via Vittorio Veneto, per i Comuni di Ozieri, Ardara, Tula e Oschiri; a Perfugas, nella zona industriale, per i Comuni di Bortigiadas, Laerru e Perfugas; a Valledoria, in località Sugliana, per i Comuni di Viddalba, Badesi, Castelsardo, Santa Maria Coghinas e Sedini. In occasione di questo importante appuntamento le associazioni di categoria e i movimenti agricoli invitano gli agricoltori delle zone dell’area irrigua a partecipare compatti alla consultazione che dopo quattro lustri darà nuovamente una voce autonoma al consorzio. Un forte invito alla partecipazione arriva dalla sede provinciale della Confederazione Italiana Agricoltori, che per voce del direttore Fabio Chessa «saluta con grande entusiasmo questo momento storico» poiché «la Cia è stata da sempre convinta che la cessazione del regime commissariale sia una della condizioni essenziali della democrazia partecipata, che fa degli imprenditori agricoli i protagonisti dello sviluppo integrato dell’agricoltura e delle attività connesse».

In una nota diramata ieri, il direttore Chessa sottolinea con forza l’importanza di questa consultazione. «La nuova amministrazione che scaturirà dal voto - dice infatti il direttore provinciale - sarà chiamata a svolgere un compito importante ed esaltante, per far sì che il Consorzio di Bonifica venga veramente incontro alle esigenze di tutti i consorziati e sia veramente un volano per lo sviluppo e la crescita delle attività agricole».

Anche per la Cia, quindi, c’è grande attesa per questo evento, che vedrà «sia nel territorio dell’Ozierese sia in quello dell’Anglona gli imprenditori agricoli uniti che si impegnano per obiettivi comuni. L’irrigazione infatti - dice Fabio Chessa - è fondamentale per lo sviluppo delle aziende agro-zootecniche, cerealicole e orticole che gravitano all’interno del comprensorio del Consorzio di Bonifica. Per questo motivo - aggiunge - il diretto governo degli imprenditori sarà di fondamentale importanza per garantire e incentivare le attività produttive». Sono due le liste presentate per le elezioni: la numero 1 è quella degli hobbisti, iscritti nel secondo elenco dei

consorziati depositato prima delle elezioni; la seconda è quella denominata “Uniti per l'Agricoltura”, che comprende gli iscritti al primo elenco, quello degli imprenditori agricoli. Le modalità di voto cono semplici: occorre apporre una sola preferenza per il candidato della lista prescelto.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller