Le zucche intagliate e decorate protagoniste a Bono

BONO. Grande successo, come da aspettative, per la festa delle zucche “A sant’Andria a sant’Andria” di Bono, un’antichissima tradizione riscoperta di recente e divenuta in breve uno degli...

BONO. Grande successo, come da aspettative, per la festa delle zucche “A sant’Andria a sant’Andria” di Bono, un’antichissima tradizione riscoperta di recente e divenuta in breve uno degli appuntamenti più attesi in paese. Per tutta la giornata, infatti, decine di volontari si sono occupati di intagliare e decorare le zucche che poi, nel corso del pomeriggio, sono state portate in giro per le case del paese per “spaventare” chi apriva l’uscio e farsi donare dolci e vino.

Grande partecipazione da parte dei bonesi e di tanti visitatori, che oltre alla festa vera e propria hanno potuto apprezzare le degustazioni di prodotti tipici proposte negli stand.

I fedales del 1975, comitato dei futuri quarantenni che il prossimo anno si occuperà dell’organizzazione di numerosi eventi, si è occupato di un chiosco con vino, polenta, cinghiale e “purpedda” di maiale e ha organizzato una lotteria che come primo premio metteva in palio un cavallino.

Il biglietto vincente è il numero 734: il fortunato possessore è invitato a rivolgersi entro pochi giorni ai componenti del comitato per riscuotere il premio e trovare presto una sistemazione al cavallino.

La festa, organizzata dal Comune di Bono con la collaborazione dei Fedales del 1975 e della

Pro Loco, ha visto anche la partecipazione del coro Sos de Santu Matteu di Bono e dei cori ospiti di Nuoro, Ittireddu e Nughedu San Nicolò, protagonisti di esibizioni itineranti, e dal gruppo musicale Melodias che ha animato la serata finale della festa che si è tenuta in piazza. (b.m.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller