valledoria

Terzitta: polizia locale, un dovere oltre che un risparmio

VALLEDORIA. Non ci sta il sindaco di Valledoria Tore Terzitta nonché presidente dell’associazione dei comuni che hanno stipulato la convenzione per la gestione della polizia municipale locale a...

VALLEDORIA. Non ci sta il sindaco di Valledoria Tore Terzitta nonché presidente dell’associazione dei comuni che hanno stipulato la convenzione per la gestione della polizia municipale locale a passare per esattore nei confronti di cittadini.

Per questo con una lettera indirizzata al giornale risponde alle dichiarazioni del sindaco di Santa Maria Coghinas Pietro Carbini che aveva giustificato l’abbandono anzitempo della sua amministrazione dalla convenzione per motivi legati a economie di spese.

«La funzione di polizia locale rientra tra le 9 funzioni fondamentali che i comuni sono tenuti a svolgere in forma associata – scrive nella lettera il sindaco Tore Terzitta -, così come ribadito non da ultimo dalla legge 56 2014, la cosiddetta Delrio, devono essere obbligatoriamente svolte in forma associata dai comuni con popolazione inferiore a 5000 abitanti».

«Inoltre – continua il sindaco Terzitta - la nuova norma di riordino degli enti locali che è stata approvata dalla Giunta regionale sarda nei giorni scorsi (dovrà essere discussa in Consiglio regionale nelle prossime settimane ) prevede che l'associazione debba avvenire solo tramite unione e sembra escludere in Sardegna la forma della convenzione».

Due anni fa i comuni della bassa valle decisero di dare vita al corpo intercomunale di Polizia locale nell’intento non solo di rispondere ad un obbligo di legge che imponeva già da allora di associare due funzioni fondamentali ma, nella prospettiva soprattutto, per poter garantire ai cittadini dei servizi migliori, più efficienti ed economici.

«Nel progetto specifico erano stati assunti a parametro i costi sostenuti dai singoli comuni nel triennio 2009- 2011, facendone una media - afferma Terzitta - Nel 2013 si sono ottenuti, tra economie e maggiori entrate, segni positivi per 130.000 circa, con l'attivazione del servizio per 12 ore presso i comuni che, prima, avevano solo un servizio di 6 ore».

«Nel caso specifico di Santa Maria Coghinas, - spiega il primo cittadino di Valledoria - bisogna considerare che, rispetto a quanto previsto ed approvato nel bilancio di previsione del 2013 del servizio di Polizia Locale, a consuntivo vi è stata un'economia di 3.500 euro, con una spesa di 69.400 euro rispetto ai 72.900 previsti ed approvati dall'assemblea dei sindaci».

«Infatti – continua Terzitta - nel 2011 Santa Maria Coghinas aveva un solo vigile

in servizio, rispetto ai due consueti, e questo ha viziato la media- spesa del triennio assunto a riferimento indicando una media di 59.000 euro. Nel 2010 e nel 2012, anni nei quali è tornato" a regime" con le due unità in pianta organica, i costi superavano i 70.000 euro annui». Giulio Favini

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller