Home Care, è corsa alle iscrizioni

Il nuovo progetto dell’Inps non prevede la continuità assistenziale: tagliati 13 posti solo a Osilo

OSILO. A due anni esatti dall’avvio del primo progetto, riapriranno a giorni i termini per la presentazione delle domande per l’accesso alle prestazioni dell’Home care premium (Hcp), il programma dell’Inps (ex Inpdap) che prevede interventi sociali a favore dei dipendenti pubblici e dei loro familiari. E c’è grande fermento fra i potenziali utenti del servizio, perché sono molte le novità previste dal nuovo regolamento. La prima e più importante riguarda quella che era sempre stata garantita come “continuità assistenziale” per i beneficiari attualmente in carico. Secondo un elementare principio di valutazione del bisogno l’Inps aveva sempre assicurato che col nuovo bando si sarebbe garantita quella continuità, e si sarebbero aumentati i numeri per consentire nuovi ingressi. Invece, niente di tutto questo, la continuità non ci sarà, per cui gli utenti attuali, all’apertura dei termini, dovranno “correre” insieme a tutti gli altri per poter accedere ai benefici del progetto. Correre, perché il meccanismo, anche questa volta, è quello dell’ordine cronologico della presentazione delle domande, per cui, chi arriva in ritardo, rimane escluso. I nuovi piani avranno una durata di 9 mesi, con avvio il 1 marzo e conclusione il 30 novembre. Un’altra importante novità prevista dal nuovo bando riguarda le persone non autosufficienti residenti in strutture residenziali o per le quali sia valutata l’impossibilità di assistenza domiciliare che ora potranno concorrere all’intervento economico. Una profonda modifica è stata introdotta anche in merito al “numero obiettivo massimo” assegnato agli ambiti Plus - che sono i titolari gestori del progetto - per quanto riguarda gli utenti. Col bando precedente, questo era fissato in 200, e nei fatti, qualche ambito aveva superato quella soglia per arrivare a 240. Ora, invece, il numero massimo di utenti per ciascun ambito sarà di 120, con fortissime penalizzazioni per coloro che avevano molti più utenti. Da questo punto di vista, l’ambito Plus di Osilo paga un prezzo non drammatico, perché a fronte dei precedenti 123 utenti, ha avuto un numero obiettivo di 110. Novità ci sono anche per ciò che riguarda i punteggi e gli importi delle prestazioni. Il punteggio minimo - determinato dall’assistente sociale (Case/care manager) assegnato con il coinvolgimento attivo dell’interessato e dei familiari - per poter accedere alle prestazioni sale da 36 a 48, con conseguente trascinamento verso l’alto di tutte le altre fasce, mentre viene ridotto l’importo massimo della contribuzione che, per la fascia massima fra 103 e 120 punti (prima era fra 96 e 120), con un reddito di non oltre 8mila euro l’anno, scende da 1300 a 1200 al mese. Un altro elemento che ha destato non poche perplessità e che ha provocato anche delle prese di posizione ufficiali - vedi l’ambito Plus di Iglesias - è quello delle “ammissioni con riserva”. In sostanza, l’Inps si riserva di verificare tutte le domande con le sue «strutture medico legali in ordine alla sussistenza o permanenza delle condizioni psicofisiche che concorrono a determinare in favore di ciascun beneficiario il ricorso alle prestazioni previste dal progetto». Ma come si concilia tutto questo, scrive Iglesias, con il Regolamento Hcp 2014, dove si «chiarisce invece che trattasi unicamente di interventi socio-assistenziali la cui valutazione è slegata da considerazioni medico-legali e quindi sanitarie?». In questa fase, comunque, informano dal Plus di Osilo è necessario e obbligatorio che i coniugi e i familiari di primo grado non autosufficienti dei dipendenti e/o pensionati pubblici che non siano già in carico, si iscrivano nella banca dati dell’Inps. Allo scopo, devono compilare e presentare la richiesta di iscrizione alla sede provinciale dell’Inps di Sassari allegando copia del documento di identità. I moduli per l’iscrizione sono disponibili sul

sito www.comune.osilo.it e presso i Servizi sociali dei 23 Comuni di residenza: Bulzi, Cargeghe, Castelsardo, Chiaramonti, Codrongianos, Erula, Florinas, Laerru, Martis, Muros, Nulvi, Osilo, Ossi, Perfugas, Ploaghe, S. Maria Coghinas, Sedini, Sennori, Tergu, Tissi, Usini, Valledoria, Viddalba.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller